Bambini indottrinati dall’ISIS alla jihad per conquistare Gerusalemme e Roma

Lo “Stato Islamico” se ne vanta in un video diffuso pochi giorni fa

Lo “Stato Islamico” (ISIS) ha diffuso domenica scorsa un video che mostra un campo di addestramento jihadista per bambini situato a Raqqa, la roccaforte del gruppo islamista sunnita nel nord della Siria. Nel campo gestito dall’Istituto Farouq per i Cuccioli della Jihad, bambini “radunati da Allah” da vari paesi del Medio Oriente e altrove apprendono la religione e “la jihad sulla via di Allah”, come spiega uno degli istruttori. Il video mostra alcuni momenti dell’addestramento ginnico di bambini in uniformi mimetiche militari e scarpe da ginnastica.

Il video, tradotto in inglese dal Middle East Media Research Institute (MEMRI), spiega che quei bambini sono destinati ad essere la prossima generazione dello Stato Islamico che conquisterà Gerusalemme e Roma. Stando al racconto di un padre, citato da Syria Deeply, ai bambini in questi campi di addestramento vengono date bambole con capelli biondi e occhi azzurri da decapitare “come compiti a casa”.

Raqqa è la capitale de facto dello “Stato Islamico” (ISIS) da quanto è caduta sotto il suo controllo lo scorso anno. (Da: Times of Israel, 25.2.15)

Clicca qui per vedere il filmato (sottotitolato in inglese da MEMRI)

Traduzione – Istruttore: «Qui, presso l’Istituto Farouq per Cuccioli della Jihad, ci sono cuccioli muhajirun e ansar dal Levante e da altre parti. Siamo stati riuniti da Allah per imparare questa religione. In questo luogo, ad Allah piacendo, faremo crescere una generazione sulla base del Corano e della Sunna. Qui insegniamo i fondamenti dell’islam, prima di tutto il monoteismo. Qui insegniamo anche il culmine dell’islam, la jihad sulla via di Allah. Forse Allah nei giorni a venire li schiererà in prima linea, dove combatteranno gli infedeli. Ad Allah piacendo, fra pochi anni, o anche meno, questa sarà la generazione che riconquisterà la Moschea di Al-Aqsa [a Gerusalemme]. Questa sarà la generazione che conquisterà Roma, ad Allah piacendo. Questa sarà la generazione che costruirà lo Stato Islamico, e che diffonderà la religione di Allah, che è combattuta da tutte le nazioni o dall’eresia e dall’apostasia». (Da: MEMRI, 22.2.15)