Riconnettere Gerusalemme al suo retaggio ebraico

Centinaia di migliaia di visitatori affluiscono ogni anno agli scavi nel luogo dove re Davide stabilì la sua capitale

Editoriale del Jerusalem Post

Il recente annuncio che a David Be'eri verrà conferito quest'anno il prestigioso Premio Israel per la sua opera votata a ripristinare e sviluppare un ex quartiere ebraico di Gerusalemme ha riacceso la polemica politica sull'identità dell’antica capitale ebraica conosciuta come la Città di Davide

Leggi tutto l'articolo ›

La sconfitta politica che si auto-infliggono gli arabi israeliani

Anziché promuovere l’integrazione, i parlamentari arabo-israeliani alimentano l’estremismo e non esitano a sostenere i terroristi

Di Reuven Berko, Yoaz Hendel

Scrive Reuven Berko: «Finché non ce l’ha spiegato lui personalmente in un’intervista lunedì a radio Galei Tzahal poco dopo essersi dimesso dalla Knesset, non sapevamo che il parlamentare della Lista Araba Comune Basel Ghattas, che ha giurato fedeltà al parlamento israeliano, era sostanzialmente un “combattente per la libertà palestinese guidato solo dalla propria coscienza”.

Leggi tutto l'articolo ›

Rischia di prendere fuoco il confine marittimo fra Israele e Libano

La recente escalation di tensione sulle zone di sfruttamento off-shore è probabilmente una manovra deliberata da parte di Hezbollah

Di Amiram Barkat

Un conflitto militare tra Israele e uno dei suoi vicini per il controllo di aree marine sta diventando uno scenario probabile dal momento che tende a surriscaldarsi la controversia tra Israele e Libano circa il confine marittimo fra i due paesi.

Leggi tutto l'articolo ›

Filo-israeliani ma antisemiti: il dilemma d’Israele di fronte alla nuova destra occidentale

Anche se l'ondata di xenofobia non ha ancora preso di mira gli ebrei, la storia ci insegna che è solo questione di tempo

Di Anshel Pfeffer

Una decina di anni fa il governo israeliano decideva di non avere nulla a che fare con Geert Wilders. Non un annuncio ufficiale, naturalmente, tanto più che all’epoca la cosa non ebbe un effetto molto visibile.

Leggi tutto l'articolo ›

Sulla lista dei ricercati dall’FBI la terrorista dell’attentato alla pizzeria Sbarro di Gerusalemme

Scarcerata da Israele con il ricatto, è diventata una star della “lotta armata” che nelle interviste ripete: “Lo farei di nuovo”

Ahlam Tamimi, la terrorista condannata per aver contribuito a realizzare l’attentato suicida nel ristorante Sbarro di Gerusalemme del 2001, è stata aggiunta alla lista dei terroristi più ricercati dall'FBI.

Leggi tutto l'articolo ›

Una sola cosa è chiara: Trump ha buttato la palla nella metà campo di Abu Mazen

Il presidente Usa ha fatto aspettare quello palestinese e poi l’ha chiamato per dirgli: smettila di correre dagli enti internazionali, vieni a Washington, fai la tua parte che a Netanyahu ci penso io

Di Smadar Perry

Un paio di rapide considerazioni dopo la prima telefonata tra il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il presidente dell’Autorità Palestinese Mahmoud Abbas (Abu Mazen).

Leggi tutto l'articolo ›