Sharansky: Coloro che sostengono Israele ma odiano gli ebrei non possono essere nostri amici

“Tra interessi e valori dobbiamo optare per i valori, perché i nostri veri interessi stanno dove stanno i nostri valori"

Così come coloro che affermano di amare gli ebrei, ma odiano Israele, non possono essere considerati amici del popolo ebraico, allo stesso modo coloro che dicono di amare Israele ma sono ostili alla comunità ebraica dei loro paesi non sono veri amici, ma nemici.

Leggi tutto l'articolo ›

E’ ufficiale: fu Israele a distruggere l’impianto nucleare siriano nel 2007

Come in Iraq nel 1981, l’operazione del 2007 in Siria dimostra che Israele non può tollerare il dispiegamento di armamenti capaci di minacciare la sua esistenza

Oltre dieci anni dopo la distruzione di una struttura nucleare nella Siria nord-orientale, le Forze di Difesa israeliane hanno ufficialmente dichiarato che il raid aereo fu realizzato da Israele, come venne riportato all'epoca dalla stampa estera.

Leggi tutto l'articolo ›

Per capire il sionismo leggete Herzl, non Abu Mazen

Il sionismo, vero e proprio movimento risorgimentale ebraico, viene moralmente condannato in quanto tale, per cui Israele è come se fosse eternamente "sul banco degli imputati"

Di Paul Gross

Il 2018 è iniziato con un raro contributo alla chiarezza. Uno dei miti mediorientali più radicati nei mass-media occidentali è quello dell’atteggiamento "moderato" del presidente dell’Autorità palestinese Abu Mazen, regolarmente ritratto come un indefesso costruttore di pace

Leggi tutto l'articolo ›

La torbida palude dei filo-Assad è piena di cadaveri e di contraddizioni

Chi condanna i raid israeliani anti-Hamas e difende le stragi di Assad in Siria rivela al di là di ogni dubbio la propria disonestà e i propri pregiudizi

Di Michael Aarenau

Recentemente ho avuto modo di vedere un video su Facebook del portavoce del governo russo In The Now (una sussidiaria di RT News) dove compariva Rania Khalek, già collaboratrice del sito anti-israeliano Electronic Intifada, che difendeva senza pudore gli spietati bombardamenti del regime di Assad su Ghouta orientale.

Leggi tutto l'articolo ›

La caduta di Ghouta minaccierebbe Israele, gli interessi statunitensi e l’Occidente

Nessuno dei gruppi che combattono a Ghouta è internazionalmente considerato terroristico ma, per i loro inconfessabili obiettivi, Teheran e Mosca insistono a dire che si tratta di "terroristi"

Di Muhammed Ruzgar

Lo scorso 19 febbraio il regime siriano e le milizie russe e iraniane hanno lanciato la loro più feroce campagna di bombardamenti su Ghouta orientale, l'unica roccaforte dell'opposizione intorno a Damasco.

Leggi tutto l'articolo ›

La portavoce degli anti-israeliani ammette: Le violenze sulla Mavi Marmara furono scatenate dagli attivisti

E’ quanto emerge da un gruppo antisemita britannico recentemente scoperto su Facebook, di cui era membro anche Jeremy Corbyn

By Robert Philpot

Una eminente attivista filo-palestinese coinvolta nell’impresa della “flottiglia di Gaza”, che nel maggio 2010 tentò di violare il blocco navale israeliano anti-terrorismo, ha confermato con le sue parole la versione sempre sostenuta da Israele degli eventi che portarono allo scontro sanguinoso a bordo della nave Mavi Marmara

Leggi tutto l'articolo ›

Non farsi mettere in scacco dall’Iran

Israele deve far rispettare le sue linee rosse, ma anche sviluppare una copertura diplomatica e giuridica nel caso i suoi soldati fossero costretti a penetrare le roccaforti di Hezbollah nel sud del Libano

Di Michael Oren

Mentre Israele è impegolato in scandali interni e crisi della coalizione di governo, la più grande minaccia che il paese abbia mai conosciuto dai tempi della guerra di Yom Kippur del 1973, e forse persino dalla guerra d’indipendenza del 1948, continua senza soste a prendere forma attorno ai suoi confini.

Leggi tutto l'articolo ›