Rapporto francese: Lantisionismo estremo tende a giustificare gli atti di antiebraismo

Quando si dice 'Israele è nazista', si legittima ogni forma di violenza, in Francia e in Medio Oriente.

In Francia, nei primi nove mesi del 2004 si sono registrati più atti e minacce contro ebrei o luoghi ebraici che in tutto il 2003. Da gennaio a settembre la polizia francese ha registrato 123 azioni violente razziste o xenofobe e 294 minacce. Nello stesso periodo, sono stati registrati 164 atti e 594 minacce specificamente […]

Leggi tutto l'articolo ›

Condannati gli ufficiali della Karine A

La nave venne sequestrata nel gennaio 2002 mentre trasportava un enorme carico di armi verso Gaza.

Condannato lunedì da una corte israeliana a 25 anni di detenzione il capitano della nave cargo Karine A, e due altri ufficiali a 17 anni ciascuno, per complicità nel tentativo di introdurre clandestinamente un grande quantitativo di armi e munizioni da guerra di origine iraniana destinate ad alimentare attività militari e terroristiche anti-israeliane dell’Autorità Palestinese […]

Leggi tutto l'articolo ›

Ciò che la Siria dovrebbe fare

Se Assad è veramente sincero, perché non fa i passi necessari, come fece Sadat?

Da un editoriale del Jerusalem Post

Nel 1977, quando il presidente egiziano Anwar Sadat prese la storica decisione di optare per la pace con Israele, seppe marcare il cambiamento strategico con un gesto di grande impatto. Sadat fece ciò che allora era impensabile: si recò a Gerusalemme e parlò alla Knesset di persona per infondere fiducia. E questo lo rese credibile. […]

Leggi tutto l'articolo ›

Le indagini sulla morte della 13enne a Rafah

Dalle indagini emerge che una guardia ha cercato di coprire le proprie responsabilità accusando il comandante

Mentre proseguono le indagini della polizia militare israeliana sulle circostanze che hanno portato alla morte delle 13enne palestinese Iman al-Hams (uccisa la scorsa settimana da soldati israeliani mentre passava su un sentiero off limits presso una postazione militare a Rafah, striscia di Gaza sud, durante scontri a fuoco con terroristi), dalle indagini fin qui svolte […]

Leggi tutto l'articolo ›

Lennesimo errore dei palestinesi

LOlp sta tornando esplicitamente agli slogan degli anni 60 e 70: eliminazione di Israele.

Da un articolo di Barry Rubin

Lo scorso 4 ottobre è passato ingiustamente inosservato un fatto importante: la pubblicazione sul The New York Times di un articolo, firmato dal consulente legale dell’Olp Michael Tarazi, che conteneva un’affermazione politica di primissima importanza. Un articolo che non sarebbe mai potuto comparire senza l’approvazione della dirigenza dell’Olp e un ampio consenso fra i suoi […]

Leggi tutto l'articolo ›

Una manovra imperdonabile

E paradossale che non un solo insediamento sia mai stato rimosso dai governi di Shimon Peres, Yossi Beilin e colleghi.

Da un editoriale di Haaretz

A proposito del concorso dei laburisti al voto con cui la Knesset lunedì sera ha bocciato il discorso programmatico del primo ministro israeliano Ariel Sharon incentrato sul piano di disimpegno da striscia di Gaza e nord Cisgiordania, Ha’aretz commenta: “(…) E’ paradossale che non un solo insediamento nei territori conquistati nel 1967 sia mai stato […]

Leggi tutto l'articolo ›

Egitto e jihadisti: lotta o appeasement?

Lasciare Israele in pasto ai terroristi non salverà il mondo arabo dalla minaccia islamista.

Alcuni commenti dalla stampa israeliana

Scrive Ha’aretz: Il terrorismo stragista che ha già mietuto più di mille vite israeliane negli ultimi quattro anni non cessa di colpirli anche quando sono al di fuori dei confini di Israele. Israele ed Egitto hanno un comune interesse: sconfiggere i gruppi fondamentalisti che seminano morte e distruzione. I capi di Al-Qaeda, mandanti degli assassini […]

Leggi tutto l'articolo ›

Moralità, anche in tempo di guerra

I predicatori di moralità non si sono avvalsi di consulenti legali quando si è trattato di colpire in aree densamente abitate.

Da un articolo di Ze'ev Schiff

Praticamente non passa settimana senza che gli americani facciano ricorso all’aviazione militare sulle città irachene, compresa la capitale Baghdad, nella loro lotta contro le forze della guerriglia, le quali dal canto loro non hanno nessuna pietà per i loro fratelli iracheni e le loro moschee. E’ evidente che gli attacchi americani dall’aria su centri densamente […]

Leggi tutto l'articolo ›

Triplice attentato contro località del Sinai affollate di israeliani

Almeno 30 morti accertati (di cui molti israeliani), più di 160 tra feriti e mutilati.

Almeno 30 morti accertati (di cui molti israeliani), più di 160 tra feriti e mutilati, soprattuto israeliani ed egiziani: questo il primo bilancio, ancora provvisorio, del triplice attentato terroristico che ha colpito giovedì sera due località turistiche nel Sinai egiziano, molto frequentate da turisti israeliani specie in questo periodo di festività (Sukkot). Tra le vittime […]

Leggi tutto l'articolo ›

Attentati con il marchio di Al-Qaeda

Unorganizzazione islamista, più o meno legata ad Al-Qaeda, potrebbe perseguire diversi obiettivi.

I funzionari egiziani si rifiutano di attribuire il triplice attentato di giovedì sera a un’organizzazione specifica. Secondo alcune fonti egiziane, citate da Ha’aretz, gli attentati nel Sinai in effetti infrangono una vera e propria tregua che era stata raggiunta fra governo egiziano e organizzazioni estremiste, benché la società egiziana sia piena di giovani e meno […]

Leggi tutto l'articolo ›