Alla vigilia del nuovo anno ebraico, la popolazione di Israele si avvicina ai 9 milioni di cittadini, in gran parte contenti della loro vita

Negli ultimi dodici mesi la popolazione è aumentata dell'1,9%, e il tasso di fertilità si conferma il più alto dei paesi Ocse

In prossimità di Rosh Hashanà, il Capodanno ebraico che quest’anno si celebra dalla sera di domenica 9 alla sera di lunedì 10 settembre, l'Ufficio Centrale di Statistica israeliano ha pubblicato le sue tabelle annuali sulla popolazione del paese.

Leggi tutto l'articolo ›

Olp e Amman furibonde con Abu Mazen per la ventilata proposta di confederazione

Una confederazione giordano-palestinese accanto a Israele sarebbe una soluzione perfettamente logica. Per questo non si farà mai

Il presidente dell'Autorità Palestinese Mahmoud Abbas (Abu Mazen) si è tirato addosso dure condanne, lunedì, per aver detto che i palestinesi sarebbero propensi ad accettare una confederazione fra Cisgiordania e Giordania a condizione che Israele faccia parte di tale confederazione.

Leggi tutto l'articolo ›

Il mondo alla rovescia dei boicottatori d’Israele

L'acquisto di SodaStream da parte di PepsiCo indica che la campagna BDS non riesce a ottenere altro risultato che danneggiare i lavoratori palestinesi

Di Clifford D. May

In questo mondo alla rovescia, se desideri che i palestinesi vivano in pace, con un lavoro dignitosamente remunerato, con accesso a cure mediche di qualità e buoni motivi per avere fiducia in un domani migliore dell’oggi, sei etichettato come anti-palestinese.

Leggi tutto l'articolo ›

Insistere con l’imbroglio dei finti profughi non aiuta la pace né gli stessi palestinesi

La definizione di profugo usata dall’Unrwa rasenta l’assurdo e alimenta all’infinito rancore, conflittualità, irresponsabilità e rivendicazioni irrealizzabili

Editoriale del Jerusalem Post, David Harris

La decisione dell'amministrazione Trump di tagliare i fondi all'Unrwa, l'agenzia Onu al servizio dei profughi palestinesi, è stata giustamente approvata dal primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu. Come ha detto Netanyahu, il trattamento dei palestinesi da parte dell'Unrwa è "uno dei problemi principali che perpetuano il conflitto".

Leggi tutto l'articolo ›

Se non (rispondono) ora, allora quando?

Qualche semplice domanda ai pacifisti anti-occupazione, in attesa di risposte convincenti

Di Judy Weleminsky

Il 3 agosto 2018 ho inviato la e-mail, che riporto qui di seguito, al movimento If-not-now (letteralmente: “Se non ora”, un movimento pacifista ebraico americano il cui nome deriva dal celebre detto del saggio ebreo del I secolo a.e.v. Hillel il Vecchio: "Se non io per me, chi per me? E se non ora, quando?".

Leggi tutto l'articolo ›

Nasrallah prenda nota: “Si è visto che ragnatela!”

Secondo il capo di Hezbollah, Israele sarebbe sull’orlo del collasso, un paese con i cittadini molli, grassi e codardi

Di Herb Keinon

Siamo a fine agosto, anche in Israele una stagione caratterizzata da scarse notizie dalla vita politica. Quest'anno, poi, la stagione di stanca rischia di essere presto seguita dalla "stagione scriteriata": il periodo prossimo al momento in cui vengono indette nuove elezioni

Leggi tutto l'articolo ›