Putin deve capire che Israele non può tollerare una presenza militare iraniana ai suoi confini

I nuovi equilibri di potere che russi e iraniani stanno stabilendo in Siria aprono un capitolo nuovo nella burrascosa storia degli sforzi di Israele per neutralizzare le minacce alla sua esistenza

Di Eyal Zisser, Shimon Shiffer

Scrive Eyal Zisser: «Da quando le forze russe sono entrate in Siria, due anni fa, per combattere a fianco del presidente siriano Bashar Assad, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e il presidente russo Vladimir Putin hanno preso l'abitudine di incontrarsi ogni pochi mesi per garantire il pieno coordinamento tra i due governi

Leggi tutto l'articolo ›

Quella strana alleanza fra estrema destra, estrema sinistra, tiranni mediorientali, islamisti sciiti e sunniti

Amalgamati dal comune disprezzo per liberalismo, ebrei e minoranze, formano un cocktail tossico per il tessuto delle nostre società

Di Julie Lenarz

Quando si analizzano i social network suprematisti bianchi ci si aspetta di trovare stereotipi antisemiti, celebrazioni di Hitler e immagini di svastiche. Quello che non è così ovvio aspettarsi sono gli elogi di un dittatore mediorientale.

Leggi tutto l'articolo ›

“La tendenza araba a spiegare tutto con teorie cospirative impedisce vere analisi e vere riforme”

Lo afferma un noto editorialista del quotidiano giordano Al-Dustour

Di 'Abd Al-Hamid Al-Majjali

Gli arabi sembrano credere alle teorie cospirative più di qualsiasi altra popolazione al mondo e vi fanno continuamente ricorso per spiegare eventi politici, sociali e altri ancora. Sono teorie rassicuranti e che richiedono il minimo sforzo intellettuale.

Leggi tutto l'articolo ›

Una palestinese che rifiuta l’odio in cui è stata cresciuta, un musulmano che serve da volontario nelle forze armate israeliane

Testimonianze da una realtà assai più sfaccettata di come viene descritta da propagandisti e osservatori faziosi

Una palestinese, fra l’altro nipote di uno dei fondatori del movimento Fatah, ha recentemente dichiarato la sua inequivocabile condanna degli attacchi terroristici condotti da palestinesi contro israeliani, e ha menzionato come causa principale dei continui attentati l'educazione alla violenza cui sono sottoposti i giovani palestinesi.

Leggi tutto l'articolo ›