Sezione: Arte e Archeologia

16 settembre 2014

Siria. Nel corso di pesanti scontri nel nord-est del paese, combattenti curdi hanno conquistato lunedì una dozzina di villaggi dai jihadisti islamisti. Ne hanno dato notizia un rappresentante del partito curdo YPK e l’Osservatorio Siriano per i diritti umani. Da più di un anno curdi e ISIS si combattono nel nord della Siria.

Leggi tutto l'articolo ›

Inebriante scoperta in Galilea: una cantina di 3.600 anni fa

Conteneva 40 giare di vino per banchetti a palazzo da 500 invitati

Di Daniel Siryoti

Gli archeologi dell'Università di Haifa e di due università americane hanno scoperto un'antica cantina a Tel Kabri, nella Galilea occidentale. “E’ una scoperta molto importante – ha detto Eric Cline, della George Washington University – Per quanto ne sappiamo, è la più grande e più antica cantina nell'antico oriente".

Leggi tutto l'articolo ›

Shiloh era davvero un centro di culto all’epoca dei re israeliti

La scoperta di un altare dell’età del ferro rappresenta la prova extra-biblica cercata per decenni dagli archeologi

Per decenni gli archeologi hanno cercato prove a supporto dell’ipotesi che Shiloh (Silo) nell’antichità fosse un centro religioso. Ora un altare di pietra che risale all’età del ferro, vale a dire al periodo dei re israeliti, è stato accidentalmente portato alla luce durante uno scavo condotto da un funzionario dello staff archeologico dell’amministrazione civile di Giudea e Samaria (Cisgiordania).

Leggi tutto l'articolo ›

Nella Città di David, un’iscrizione in ebraico antico di 2700 anni fa

Benché incompleta, l’iscrizione ci fornisce il nome di un personaggio del VII secolo a.e.v, e un collegamento con la popolazione che viveva a Gerusalemme nel periodo del Primo Tempio

Scavi archeologici condotti dalla Israel Antiquities Authority nell’area della sorgente Gihon, nella Città di David, all’interno del Parco Nazionale delle Mura che circonda la vecchia Gerusalemme, hanno portato alla luce uno strato di preziosi reperti che comprendono migliaia di frammenti di vasellame, lampade d’argilla e figurine. La cosa più interessante è la scoperta di una ciotola in creta con un’iscrizione in ebraico antico parzialmente conservata.

Leggi tutto l'articolo ›

Menorah, Shofar e rotolo della Torah su un medaglione d’oro del VII secolo

Trovata ai piedi del Monte del Tempio un'eccezionale testimonianza del continuo legame fra gli ebrei e Gerusalemme

Durante gli scavi estivi ai piedi del Monte del Tempio, l’archeologa dell’Università di Gerusalemme Eilat Mazar ha fatto una scoperta eccezionale: due involti pieni di tesori tra cui 36 monete d’oro, gioielli d’oro e d’argento e un medaglione d’oro con inciso il simbolo della Menorah (candelabro del Tempio). Sul medaglione largo 10 centimetri sono incisi anche uno shofar (corno d’ariete) e un rotolo della Torah.

Leggi tutto l'articolo ›

Scoperto a Gerusalemme un ospedale crociato di mille anni fa

Nel cuore del quartiere cristiano della Città Vecchia, un’imponente struttura che per anni è stata usata come mercato orto-frutticolo coperto

Scavi e ricerche compiuti dall’Antiquity Authority israeliana e dalla compagnia“Grand Bazaar” di Gerusalemme est hanno portato alla scoperta di un antico ospedale, risalente a circa mille anni fa, nel cuore del quartiere cristiano nella Città Vecchia di Gerusalemme.

Leggi tutto l'articolo ›

Iscrizione dell’epoca del Primo Tempio scoperta da archeologi dell’Università di Gerusalemme

Compare su una giara venuta alla luce dagli scavi nella parte sud del Monte del Tempio

Operando nei pressi del Monte del Tempio a Gerusalemme, l’archeologa Eilat Mazar dell’Università di Gerusalemme ha portato alla luce il più antico testo alfabetico scritto mai scoperto nella città. L’iscrizione compare incisa su un frammento di un grande pithos, una giara di ceramica senza collo, che è stata trovata insieme ad altre sei nel corso […]

Leggi tutto l'articolo ›