Sezione: MITZPÉ: gli articoli del direttore Marco Paganoni

Che valore può avere un giornale che definisce Israele “pura malvagità, malvagità sadica, malvagità fine a se stessa”?

Il più screditato quotidiano israeliano è anche il più citato nelle rassegne internazionali. Ingenuità o malizia?

Di Marco Paganoni

La passione degli israeliani per il pluralismo e il libero dibattito delle idee si riflette anche nei loro giornali, che si fanno un punto d’onore di pubblicare editoriali che esprimono opinioni diverse fra loro e anche in contrasto con la linea generale della testata.

Leggi tutto l'articolo ›

Quella soluzione bella e impossibile

La soluzione a due stati non è stata cancellata mercoledì da Netanyahu e nemmeno da Trump: è stata cancellata negli ultimi venticinque anni dal rifiuto palestinese

Di Marco Paganoni

A conclusione di un articolo appassionante anche se un po’ disordinato che abbiamo proposto su israele.net, Ira Sharkansky, professore di scienze politiche all’Università di Gerusalemme, scrive: “Ogni commento è ben accetto, ma si resista alla tentazione di offrire la ricetta per la soluzione

Leggi tutto l'articolo ›

L’opinione moderata israeliana tradita dagli interlocutori, abbandonata dagli alleati

La soluzione a due stati è lontana. Ma è davvero tutta colpa del “governo più estremista della storia d’Israele”?

Di Marco Paganoni

Il punto, come al solito, è l’informazione. Certo, ognuno ha diritto alla propria opinione sulla nomina di Avigdor Lieberman a ministro della difesa e – se crede – ad esprimere preoccupazione.

Leggi tutto l'articolo ›

Perché il rifiuto palestinese della pace non fa mai notizia?

Abu Mazen ha ammesso d’aver rifiutato l’offerta di accordo di Ehud Olmert, ma le convinzioni di chi dà sempre la colpa a Israele non cambiano mai

Di Marco Paganoni

Benché fossimo tutti comprensibilmente assorbiti dai tragici fatti di Parigi e dalle loro conseguenze, pare perlomeno curioso – in realtà, inquietante – che sia passata sotto silenzio una notizia che dovrebbe far saltare sulla sedia chiunque si occupi con qualche competenza del conflitto israelo-arabo-palestinese e del (mancato) processo di pace.

Leggi tutto l'articolo ›

I due popoli palestinesi

Spogliare dell’attributo di palestinesi gli ebrei di Palestina costituisce un’operazione intrinsecamente antisemita, concettualmente analoga a quella fatta dalle leggi razziali degli anni ’30 in Germania e Italia

Di Marco Paganoni

Lo sanno tutti. Le ricorrenti, ossessive campagne per boicottare Israele, per espellerlo dagli enti internazionali, per condannarlo davanti ai “tribunali” delle Nazioni Unite, per dipingerlo come uno stato che pratica l’apartheid, per isolarlo e diffamarlo davanti all’opinione pubblica mondiale non migliorano di una virgola la condizione degli arabi palestinesi

Leggi tutto l'articolo ›

Il memoriale smemorato che celebra più i carnefici delle vittime

Come al solito, i morti palestinesi di cui non si può incolpare Israele non hanno diritto a commozione e indignazione

Di Marco Paganoni

Certamente animati dalle migliori intenzioni (il che talvolta comporta l’aggravante della stoltezza), nella parrocchia dell’ameno paesino di Ambivere, in provincia di Bergamo, si sono inventati un toccante memoriale dedicato ai morti della guerra di Gaza.

Leggi tutto l'articolo ›