Sezione: News

Mathal al-Alawasi, leader iracheno dell’opposizione a Saddam, è intervenuto al convegno sulla sicurezza ad Herzliya (Israele): “Sono qui per il bene degli iracheni. Considero Israele un elemento positivo che vuole pace e stabilità. Siria e Iran aiutano il terrorismo per mantenere aperto il conflitto e la jihad mondiale”.

Ministro Netanyahu ha chiesto lunedì un referendum nazionale sul piano di disimpegno ”per evitare una spaccatura nel paese”.

Procuratore Generale Menahem Mazuz: “Impossibile indire un referendum sul piano di disimpegno senza prima approvare una legge sull’istituto referendario” (che oggi non esiste in Israele).

Export israeliano verso la Giordania cresciuto del 50% nel 2004 grazie al rafforzamento dei rapporti commerciali fra i due paesi.

Arrestati membri di cella terroristica Hamas a Beit Lakkiya (presso Modi’in, Israele centro), responsabili di molti attentati fra cui quello al Cafe Hillel (Gerusalemme) del 9 sett 2003. Progettavano ulteriori stragi. Trovate anche numerosi armi da guerra e munizioni.

Terminate sabato le operazioni anti-terrorismo nel campo palestinese di Jabalya (striscia di Gaza); truppe israeliane si ritirano anche dalla vicina Beit Hanun. Resta in vigore la chiusura fra territori e Israele per il periodo delle feste ebraiche (tradizionalmente ad alto rischio attentati).

Vice segretario di stato Usa Richard Armitage: La Siria è in parte responsabile dellattentato a Beer Sheva giacché ospita, arma e protegge terroristi Hamas e Hezbollah.

Tiri di mortaio palestinesi sabato su postazione israeliana presso Netzarim (striscia di Gaza): due soldati feriti.

Portavoce ministero esteri iraniano Hamid Reza Asefi ha respinto domenica la richiesta di Francia, Germania e Gran Bretagna di abbandonare il programma di arricchimento delluranio, pur ribadendo che si tratterebbe di nucleare a scopi pacifici.

Sei studenti egiziani, arrestati da agenti di frontiera israeliani presso Nitzana, sono stati incriminati domenica davanti a una corte di Beer Sheva con laccusa di aver progettato sequestro e uccisione di soldati israeliani.