1 settembre 2020

Palloni incendiari palestinesi lanciati dalla striscia di Gaza hanno causato lunedì almeno 15 incendi nel sud di Israele, per lo più di dimensioni ridotte. Tuttavia, un treno presso Sderot si è dovuto fermare quando un pallone con appeso un ordigno è atterrato sui binari. Le stazioni ferroviarie di Sderot, Netivot e Ofakim sono rimaste temporaneamente chiuse. In serata, Hamas ha annunciato d’aver raggiunto un accordo mediato dall’inviato del Qatar nella striscia di Gaza Mohammed al-Emadi per ridurre le violenze sul confine con Israele. Hamas ha detto che la situazione tornerà allo standard “pre-escalation”. Fonti israeliane hanno confermato, specificando che l’accordo vedrà il trasferimento a Gaza degli aiuti finanziari del Qatar, la riapertura del valico di Keren Shalom e il ri-ampliamento della zona di pesca di Gaza, in pratica ripristinando le condizioni precedenti l’ultima escalation di attacchi palestinesi. Secondo una fonte ben informata, la dichiarazione dell’organizzazione terroristica era una richiesta israeliana, mentre “ulteriori deliberazioni su eventuali ulteriori richieste di Hamas continueranno in seguito, una volta che il gruppo avrà effettivamente interrotto il lancio di tutti i dispositivi incendiari ed esplosivi”.