10 settembre 2019

In una conferenza stampa rapidamente convocata lunedì pomeriggio a Gerusalemme, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha rivelato un sito iraniano da lui definito “di test per lo sviluppo di armi nucleari”, recentemente scoperto ad Abadeh, a sud di Isfahan. Netanyahu ha mostrato le foto satellitari del sito scattate a giugno e poi, dopo che gli iraniani hanno capito d’essere stati scoperti, le foto di luglio che mostrano i tentativi di demolire e coprire il sito. Parlando brevemente sia in ebraico che in inglese, Netanyahu ha detto di avere un messaggio “per i tiranni di Teheran”: “Israele sa cosa state facendo, sa quando lo state facendo e sa dove lo state facendo. Continueremo a svelare le vostre bugie”. Netanyahu ha esortato la comunità internazionale a “svegliarsi e rendersi conto che l’Iran mente sistematicamente”. L’annuncio di Netanyahu è arrivato il giorno dopo la notizia della Reuters che l’AIEA ha trovato tracce di uranio nei campioni prelevati in un sito segnalato da Netanyahu l’anno scorso alle Nazioni Unite. Netanyahu ha detto che la scoperta dell’uranio e il rifiuto dell’Iran di fornire spiegazioni all’AIEA costituisce una violazione dell’accordo sul nucleare del 2015 e del Trattato di non proliferazione di cui l’Iran è firmatario.

(clicca per il video)