22 dicembre 2020

April Benayoum, 21 anni, seconda classificata sabato al concorso Miss Francia, è stata bersagliata da una raffica di insulti antisemiti sui social network non appena ha rivelato che suo padre è ebreo israeliano. Durante la finale, Benayoum ha detto: “Ho origini diverse: mia madre è serbo-croata, mio padre italo-israeliano. Questo mi ha dato una passione per la geografia e la scoperta di altre culture”. In pochi minuti i profili social della ragazza sono stati inondati di minacce e ingiurie come “Hitler si è dimenticato di sterminarti”, “ditele che Israele non esiste, è la Palestina”, “non votate per una ebrea” ecc. “È molto triste vedere un simile comportamento nel 2020 – ha risposto Benayoum – Naturalmente li condanno, ma non mi interessano e non mi sfiorano”. La vincitrice del concorso, la nuova Miss Francia 2021 Amandine Petit, ha criticato gli attacchi e ha espresso solidarietà a Benayoum. Fra i tanti, anche il presidente d’Israele Reuven Rivlin ha postato su Twitter un messaggio di sostegno, in francese, definendo gli attacchi “disgustosi” e dicendo che su queste cose “non si può tacere”. Sconcerto e condanna sono stati espressi anche dagli organizzatori del concorso e dal ministro dell’interno francese, Gérald Darmanin, che ha detto: “È vergognoso e non rimarrà senza risposta”. “Ci vedremo in tribunale con chi ha trasformato Twitter in una fogna antisemita” ha annunciato la Licra, Lega internazionale contro il razzismo e l’antisemitismo. Le autorità francesi hanno aperto un’inchiesta.

April Benayoum (clicca per ingrandire)