24 febbraio 2021

Israele ha deciso di donare “quantità limitate” di vaccini anti-coronavirus all’Autorità Palestinese e a diversi paesi. Lo ha annunciato martedì l’Ufficio del primo ministro Benjamin Netanyahu spiegando che Israele è stato contattato da numerosi paesi con richieste di vaccini. “Israele non produce vaccini in proprio – afferma il comunicato – e ha informato che le quantità ordinate da Israele sono destinate alla vaccinazione della popolazione israeliana, per cui non si mette in conto di poter aiutare altri in modo significativo prima della fine della campagna di vaccinazione in Israele”. Tuttavia, continua il comunicato, “nell’ultimo mese si è accumulato un limitato surplus di vaccini non utilizzati, e quindi si è deciso di aiutare con quantità simboliche il personale medico dell’Autorità Palestinese e di alcuni paesi che l’hanno chiesto a Israele”. Secondo fonti governative citate da Kan Tv, fra questi paesi vi sarebbero l’Honduras, il Guatemala e la Repubblica Ceca.

Betlemme: personale sanitario palestinese riceve vaccini Moderna forniti da Israele (clicca per ingrandire)