25 dicembre 2020

Il ministro israeliano dell’istruzione superiore e delle risorse idriche Ze’ev Elkin ha annunciato mercoledì che lascerà il governo, il partito Likud e la Knesset per unirsi alla nuova formazione creata dall’ex esponente del Likud Gideon Sa’ar, in competizione con il primo ministro Benjamin Netanyahu. Nell’annuncio, Elkin ha accusato Netanyahu d’aver “distrutto” il Likud trasformandolo in una “corte bizantina” che ha posto i suoi interessi personali al di sopra di quelli della nazione. La scelta di Elkin, da anni stretto alleato e consigliere di Netanyahu, viene vista come la minaccia politica più seria che il primo ministro si sia trovato ad affrontare negli ultimi dieci anni.