4 agosto 2015

Samir Kuntar, il terrorista responsabile del massacro della famiglia israeliana Haran, scarcerato nel 2008 da Israele nell’ambito di un ricatto Hezbollah, sarebbe uno dei terroristi rimasti uccisi la scorsa settimana in quello che viene ritenuto un raid di un drone israeliano sulle alture del Golan siriane. Lo ha scritto domenica il giornale arabo Asharq al-Awsat. L’Osservatorio siriano per i diritti umani aveva detto che l’attacco aveva causato cinque morti: due membri di Hezbollah e tre di una milizia siriana filo-governativa.