4 giugno 2019

Il presidente d’Israele Reuven Rivlin ha ribadito ai leader cristiani che Israele è impegnato a sostenere la libertà religiosa per tutte le fedi. In un incontro lunedì con i responsabili della comunità cristiana nella chiesa francescana di Gerusalemme alla vigilia del giorno dell’Ascensione, Rivlin ha detto che “lo stato di Israele, in quanto custode di questa città, è profondamente impegnato verso i diritti di culto di tutte le comunità religiose a Gerusalemme e in Israele. Qui, cristiani musulmani ed ebrei saranno sempre liberi di praticare la propria fede. La sovranità israeliana non comprometterà mai la libertà religiosa. Questi sono tempi difficili e dolorosi per i cristiani in Medio Oriente – ha aggiuntò Rivlin – e sono fiero che Israele sia l’unico paese della regione in cui la comunità cristiana non si sta riducendo, ma sta anzi crescendo”.