5 maggio 2021

Le Forze di Difesa israeliane hanno fermato lunedì notte, nel villaggio di Aqraba a sud-est di Nablus, alcuni palestinesi sospettati di complicità nell’attacco con armi da fuoco di domenica che ha ferito tre giovani studenti ortodossi, di cui due versano in gravi condizioni. Lunedì le forze di sicurezza palestinesi hanno localizzato un’auto abbandonata che si ritiene sia stata utilizzata nell’attacco (con i segni dei proiettili sparati per reazione dai militari israeliani), ma “attivisti” palestinesi hanno dato fuoco al veicolo prima che potesse essere esaminato dalla forze di sicurezza israeliane. Nel frattempo il ramo a Nablus di Fatah, il movimento che fa capo ad Abu Mazen, esortava i palestinesi sulla sua pagina Facebook a cancellare tutte le riprese video delle loro telecamere di sicurezza che potrebbero aiutare Israele a identificare i terroristi responsabili della tentata strage.