7 febbraio 2018

I tre massimi leader libanesi hanno concordato martedì di agire “a livello regionale e internazionale” per impedire a Israele di costruire un “muro” (rafforzamento della barriera) al confine fra i due paesi. Secondo una nota, il presidente libanese Michel Aoun, il primo ministro Saad al-Hariri e il presidente del parlamento Nabih Berri “hanno discusso le minacce israeliane e vi hanno individuato una minaccia diretta alla stabilità” della regione di confine. I tre hanno anche accusato Israele di voler “violare le riserve di petrolio e gas nelle acque libanesi”.