Anche quest’anno, ragazzini palestinesi addestrati all’uso delle armi nei campi estivi

Hamas: “Per allevare una generazione votata alla riconquista di tutta la terra contaminata dall’occupazione ebraica”

Come negli anni scorsi, anche quest’anno l'organizzazione terroristica Hamas che controlla la striscia di Gaza sta organizzando campi estivi per bambini e ragazzi palestinesi dove si promuovono la jihad e la lotta armata contro Israele, compreso l'addestramento pratico all’uso di varie armi da fuoco e altre abilità militari.

Leggi tutto l'articolo ›

Vent’anni fa perpetrarono una strage all’Università di Gerusalemme

Da allora l’Autorità Palestinese li ha ricompensati con più di 2,5 milioni di dollari, e oggi aumenta il loro vitalizio-premio

Di Maurice Hirsch

Vent’anni fa, il 31 luglio 2002, nel pieno dell’intifada delle stragi suicide, i terroristi palestinesi fecero esplodere una bomba nella caffetteria “Frank Sinatra” dell'Università di Gerusalemme uccidendo 9 persone, tra cui cinque cittadini americani, e ferendone oltre 80 (tra cui una studentessa italiana ndr).

Leggi tutto l'articolo ›

Intanto, sui media palestinesi: omissioni demonizzanti, calunnie antisemite e indottrinamento dei bambini all’irredentismo bellicista

“I criminali ebrei complottano per ricostruire il loro falso Tempio”. “Imprimere nelle future generazioni che la Palestina dal fiume al mare appartiene solo ai palestinesi”. "Israele è un supermercato di organi palestinesi per ogni sionista che ne ha bisogno”

Come vengono informati i palestinesi dalla stampa dell’Autorità Palestinese? Ecco qualche esempio recente:

Leggi tutto l'articolo ›

Dall’istigazione all’attentato terroristico

La tv dell’Autorità Palestinese proclama la Tomba di Giuseppe intoccabile waqf islamico e dopo quattro giorni Fatah e Jihad Islamica aprono il fuoco sui fedeli ebrei in preghiera

Di Maurice Hirsch

Come Palestinian Media Watch ha spesso documentato, l'Autorità Palestinese fomenta continuamente violenza e terrorismo. Di regola, è difficile collegare uno specifico attentato a un preciso evento o discorso o pubblicazione, ma solo all'atmosfera di generale istigazione.

Leggi tutto l'articolo ›

“Noi musulmani intrappolati nel ruolo di eterne vittime”

“Se, come musulmano, ho visitato senza problemi il Muro Occidentale e tutte le chiese in Israele e in Occidente, perché un ebreo alla Mecca è una insopportabile profanazione?”

Di Abed L. Azab

Il 18 luglio la tv Canale 13 ha mandato in onda un servizio girato dal reporter israeliano Gil Tamari che è riuscito a entrare e filmare la Mecca nonostante la legge saudita prescriva il divieto assoluto per tutti i non-musulmani di accedere alla città e ai suoi luoghi santi.

Leggi tutto l'articolo ›

Ora i palestinesi trascineranno in tribunale la Società delle Nazioni e l’Onu?

Cento anni fa la comunità internazionale, non la Gran Bretagna, radicò nel diritto internazionale la legittima sovranità nazionale del popolo ebraico nella sua sede storica

Di Maurice Hirsch

Cento anni fa, il 24 luglio 1922, la Società delle Nazioni adottava ufficialmente il "Mandato per la Palestina" il cui scopo dichiarato era incaricare la Gran Bretagna di favorire la creazione di una sovranità ebraica in quella che gli ebrei chiamano Terra d’Israele.

Leggi tutto l'articolo ›

O l’Unrwa o la soluzione a due stati: una cosa esclude l’altra

Il presidente Biden sostiene la soluzione a due stati, ma allo stesso tempo promette altri soldi all’Unrwa rendendo di fatto impossibile quella soluzione

Di Blake Flayton

Nel 2018, all'inizio del suo discorso agli ambasciatori del mondo presso il Ministero degli esteri israeliano, Einat Wilf, coautrice di The War of Return How: Western Indulgence of the Palestine Dream Has Obstructed the Path to Peace, disse:

Leggi tutto l'articolo ›

Il significato della Dichiarazione di Gerusalemme

Il documento sottoscritto da Biden e Lapid non contiene novità assolute, ma è importante (a cominciare dal suo nome) per il contesto e il momento in cui è stato firmato

Di Kenneth Jacobson

Sotto un certo aspetto, la Dichiarazione di Gerusalemme firmata dal presidente americano Joe Biden e dal primo ministro israeliano Yair Lapid durante la recente visita di Biden in Israele è semplicemente una riaffermazione delle relazioni e delle politiche che legano i due paesi.

Leggi tutto l'articolo ›