Sondaggio: cala la fiducia degli israeliani nelle istituzioni del paese, ma in grande maggioranza sia ebrei che arabi non lo cambierebbero con nessun altro

Cresce la fiducia dei cittadini arabi nel governo, ma cresce anche la domanda generale di un leader forte che non si faccia condizionare da partiti e mass-media

Dopo che Israele ha approvato la prima legge di bilancio in più di due anni ponendo fine a ricorrenti cadute del governo e ripetute elezioni, la fiducia dell’opinione pubblica nel governo sembra leggermente aumentata, ma la fiducia complessiva nelle istituzioni statali rimane bassa.

Leggi tutto l'articolo ›

Perché contano le teorie complottiste palestinesi sul coronavirus (e su tanto altro)

La ragione per cui questa sequela di scempiaggini è importante è che se verrà creato uno stato palestinese accanto a Israele la sua dirigenza e la sua opinione pubblica saranno impregnate di queste folli credenze

Di Stephen M. Flatow

Circolano di questi tempi svariate teorie cospirative piuttosto folli sul covid-19. Tra le più balzane, quelle che provengono da leader arabi palestinesi.

Leggi tutto l'articolo ›

Il giorno in cui il leader islamista disse agli arabi israeliani di accettare Israele come stato ebraico

Se il messaggio di Mansour Abbas arriverà alle persone giuste, finalmente ebrei e arabi d'Israele potranno collaborare per migliorare le cose abbandonando sterili controversie ideologiche

Di Kenneth Jacobson, Nael Zoabi

Mansour Abbas non cessa mai di sorprendere. Il leader del partito islamista israeliano, storicamente considerato fra i più estremisti dei partiti arabi israeliani, ha rilasciato una dichiarazione molto chiara in cui esorta gli arabi israeliani ad accettare la realtà e la legittimità di Israele come stato ebraico.

Leggi tutto l'articolo ›

Abu Mazen un giorno incontra Gantz, il giorno dopo calunnia Israele

Un ottimo modo per alienarsi gli israeliani è accusare Israele di "terrorismo organizzato" e "pulizia etnica" due giorni dopo aver incontrato Gantz e aver ottenuto misure volte a migliorare le vita dei palestinesi

Di Herb Keinon

Il ministro israeliano della difesa Benny Gantz ha ospitato martedì sera nella sua casa di Rosh Ha'ayin il presidente dell'Autorità Palestinese Abu Mazen in un incontro per cui è stato aspramente criticato dalla destra, compresi ministri di destra

Leggi tutto l'articolo ›

L’incontro Gantz-Abu Mazen è innanzitutto una cosa di buon senso

Israele ha interesse a sostenere l'Autorità Palestinese, per quanto scadente e corrotta sia, perché la cooperazione in materia di sicurezza è importante e le alterative ad Abu Mazen sono molto peggio

Editoriale del Jerusalem Post

L'incontro del ministro della difesa Benny Gantz nella sua casa di Rosh Ha'ayin, martedì sera, con il presidente dell'Autorità Palestinese Abu Mazen non è che annunci la pace dietro l'angolo né cose come un massiccio ritiro israeliano da Giudea e Samaria.

Leggi tutto l'articolo ›

Il promettente incontro fra un influencer di Abu Dhabi e un arabo israeliano veterano della Golani

“La gente non capisce quanto la popolazione degli Emirati fosse desiderosa di entrare in contatto con Israele, con la società ebraica e con la società araba israeliana. E viceversa”

Di Dan Lavie

"Sono stato istruito nella falsa percezione di Israele come uno stato di apartheid ebraico, uno stato che non concede agli arabi i loro diritti.

Leggi tutto l'articolo ›

Ancora una volta l’Onu tratta Israele come il paese più malvagio della Terra

Cosa ha fatto questa volta l'unico stato ebraico al mondo per meritarsi un livello così sconcertante di criminalizzazione? Ah sì, si è difeso

Di David Suissa

Mentre decine di milioni di povere anime languono e muoiono sotto regimi feroci in luoghi come Yemen, Afghanistan, Siria, Sudan, Congo e Somalia, tanto per citarne alcuni, le Nazioni Unite hanno deciso giovedì scorso che c’è un solo e unico paese che merita d’essere oggetto di un'indagine “a tempo indeterminato”.

Leggi tutto l'articolo ›