Ex parlamentare di Baghdad: “La maggior parte degli iracheni è ben contenta dell’eliminazione di Soleimani”

Mithal al-Alusi definisce il generale iraniano un “terrorista internazionale” e ricorda la sua feroce repressione delle manifestazioni anti-governative in Iraq

Di Heather Robinson

L’ex parlamentare iracheno Mithal al-Alusi ha dichiarato lunedì, in un'intervista telefonica, di appoggiare la decisione del presidente Usa Donald Trump di far eliminare Qassem Soleimani, capo della Forza Quds iraniana, il ramo del Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Islamiche responsabile delle operazioni terroristiche al di fuori dell'Iran.

Leggi tutto l'articolo ›

In un video di due mesi fa, la minaccia dei missili iraniani contro territorio e popolazione d’Israele

Soleimani era a capo delle forniture di razzi e missili ai terroristi in Libano e a Gaza

L’emittente televisiva iraniana Irinn Tv ha mandato in onda lo scorso novembre un video animato dal titolo "L'ascesa dei missili" che descrive dettagliatamente diversi tipi di missili iraniani, compresa la loro capacità di colpire tutto il territorio di Israele.

Leggi tutto l'articolo ›

L’ira di molti palestinesi, arabi e iraniani per il lutto ipocrita di Hamas e Jihad islamica

Soleimani era un assassino, scrivono sui social network, e i suoi galoppini sono dei traditori che non pensano ai palestinesi ma solo al loro proprio tornaconto

Di Khaled Abu Toameh

I capi di Hamas e della Jihad Islamica palestinese vengono fortemente attaccati da numerosi palestinesi e altri arabi per aver espresso condoglianze per la morte di Qasem Soleimani e aver allestito in suo onore una “tenda da lutto” nella striscia di Gaza.

Leggi tutto l'articolo ›

Nessun rammarico per Soleimani

Purtroppo, a causa dell’estrema polarizzazione attuale, gli avversari politici di Trump trovano impossibile apprezzare qualunque sua scelta

Editoriale del Jerusalem Post

La decisione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di far uccidere Qasem Soleimani, comandante della Forza Quds iraniana, non dovrebbe essere considerata una mossa controversa, bensì una benaccetta decisione che libera il mondo da un terrorista responsabile della morte di migliaia di persone in giro per il globo.

Leggi tutto l'articolo ›

Gli Usa hanno ucciso il generale più ottuso, sopravvalutato (e rovinoso) del Medio Oriente

Ma quale grande stratega: Soleimani smontato da Friedman sul New York Times

Da un articolo di Thomas L. Friedman

"Un giorno potrebbe esserci una via di Teheran intitolata a Donald Trump". Questo l’incipit del commento di Thomas Friedman sull’eliminazione di Qasem Soleimani. Nel pezzo sul New York Times dell'editorialista liberal e anti-trumpiano non c’è ombra di critica. Anzi

Leggi tutto l'articolo ›

Ucciso dagli Usa quello che la Guida Suprema iraniana Ali Khamenei ha definito “il volto internazionale della resistenza”

48 ore prima, i suoi miliziani avevano attaccato l’ambasciata americana a Baghdad scrivendo sui muri “Soleimani è il nostro capo”

Di Seth J. Frantzman

Hajj Qasem Soleimani, il "comandante ombra" delle operazioni militari e terroristiche iraniane all’estero, uno dei più pericolosi nemici di Israele, è stato ucciso in Iraq insieme al suo discepolo chiave Abu Mahdi al-Muhandis.

Leggi tutto l'articolo ›

Ong palestinesi rifiutano aiuti UE pur di non impegnarsi a recidere i legami col terrorismo

Una pretesa che conferma la denuncia israeliana sugli stretti rapporti tra presunte organizzazioni civili palestinesi e gruppi riconosciuti come terroristi

Ben 135 organizzazioni palestinesi hanno rifiutato di firmare una richiesta di sovvenzioni all'Unione Europea che prevede, fra i vari criteri, che i destinatari si impegnino a non trasferire gli aiuti UE a gruppi o enti terroristi.

Leggi tutto l'articolo ›

Rapporti Israele-UE: una fattuale valutazione di fine anno

L’Europa, politicamente ostile a Israele, coopera con lo stato ebraico su molti altri piani. In questo articolo, un punto di vista diverso nel dibattito israeliano

Di Dan Catarivas

La disposizione prevalentemente negativa, in Israele, nei confronti dell'Unione Europea, evidenziata dal sondaggio Israeli Foreign Policy Index 2019 dell'Istituto Mitvim, si discosta notevolmente dai fatti sul terreno.

Leggi tutto l'articolo ›