Pericolo iraniano

I propositi nucleari dellIran non possono essere tenuti separati dalla sua guerra contro Israele.

“I propositi nucleari dell’Iran non possono essere tenuti separati dalla sua guerra contro Israele, che si basa su una strategia a due livelli”. Lo ha detto il parlamentare israeliano Ephraim Sneh (del gruppo Laburisti-Meimad-Am Ehad), che ha spiegato: “Al primo livello l’Iran dirige, finanzia e incoraggia organizzazioni terroristiche perché compiano attentati contro Israele, e ha […]

Leggi tutto l'articolo ›

IRA e Olp

Chi ancora non si raccapezza per la persistenza del terrorismo palestinese dia unocchiata allIrlanda del Nord.

Da un editoriale del Jerusalem Post

Ora tutto dovrebbe diventare più chiaro. Coloro che ancora non si raccapezzano davanti alla persistenza del terrorismo palestinese diano un’occhiata all’Irlanda del Nord, dove questa settimana l’IRA (Irish Republican Army) ha deposto le armi. Non che i due conflitti siano identici, naturalmente. I “disordini” in Irlanda del Nord non sono assolutamente la stessa cosa della […]

Leggi tutto l'articolo ›

Con un video, Hamas si vanta dellassassinio di un commerciante israeliano

Sequestrato e ucciso a freddo, mentre Hamas proclama di attenersi al cessate il fuoco.

Il gruppo terrorista jihadista palestinese Hamas ha diffuso martedì un video con le immagini di Sasson Nuriel, il 50enne commerciante israeliano di Pisgat Ze’ev (sobborgo di Gerusalemme) sequestrato mercoledì scorso e assassinato a sangue freddo. Nel video si vede Nuriel, legato e bendato, mentre viene interrogato dai suoi aguzzini. Nonostante le presunte dichiarazioni di cessate […]

Leggi tutto l'articolo ›

Chi di Qassam ferisce

Mi domando fino a quando potremo andare avanti a citare l'impareggiabile osservazione di Abba Eban.

Da un articolo di Yoel Marcus

Mi domando fino a quando potremo andare avanti a citare, senza annoiare il lettore, l’impareggiabile osservazione di Abba Eban secondo cui i palestinesi non perdono mai l’occasione di perdere un’occasione. Ma cosa possiamo farci se è ancora così adatta? I palestinesi non hanno imparato niente. Sembrano dotati di una patologica abilità di fare il più […]

Leggi tutto l'articolo ›

La necessaria deterrenza

Ciò che è in gioco, qui, va oltre la solita solfa della violenza palestinese.

Da un editoriale del Jerusalem Post

La reazione israeliana alla raffica di missili Qassam palestinesi lanciati contro i centri abitati del Negev occidentale, compresa la città di Sderot, dalla striscia di Gaza, sotto controllo dell’Autorità Palestinese, deve essere concreta e persistente. Questo ha deciso il governo nella riunione di sabato notte. Il primo ministro Ariel Sharon ha dato disposizione alle Forze […]

Leggi tutto l'articolo ›

Le responsabilità (dopo il ritiro)

Israele deve trattare gli attacchi da Gaza come attacchi da qualunque altro paese confinante.

Da un editoriale di Ha'aretz

L’esplosione che ha ucciso diciassette palestinesi e ne ha feriti circa 140, venerdì scorso, durante una parata di Hamas nel campo di Jabalya (striscia di Gaza) si è immediatamente trasformata in un test per l’Autorità Palestinese e per l’accordo non scritto fra essa e Israele sul mantenimento della calma ai confini. Sfortunatamente, la calma ai […]

Leggi tutto l'articolo ›

Esponente Hamas: Potremmo emendare la nostra Carta

Ma portavoce e predicatori continuano a invocare la distruzione di Israele.

Hamas potrebbe un giorno emendare la propria Carta fondamentale, che invoca la distruzione di Israele, e avviare negoziati con lo stato ebraico. Lo ha affermato mercoledì un esponente del gruppo jihadista palestinese in Cisgiordania. “La Carta non è il Corano – ha detto Mohammed Ghazal intervistato dalla Reuters nel suo ufficio presso l’università an-Najah di […]

Leggi tutto l'articolo ›

Due abusi non fanno un diritto

Il Procuratore Generale critica duramente gli attacchi a una decisione del Dipartimento Investigativo della polizia israeliana.

Con un’apposita conferenza stampa convocata mercoledì pomeriggio, il Procuratore Generale d’Israele Menachem Mazuz ha seccamente respinto le accuse di “razzismo” alla decisione presa dal Dipartimento Investigativo della polizia israeliana di “non luogo a procedere” contro agenti di polizia per i violenti scontri dell’ottobre 2000 in Galilea che causarono la morte di 12 cittadini arabi israeliani […]

Leggi tutto l'articolo ›

Ora tocca ai palestinesi

Mai prima dora i palestinesi avevano avuto libertà e responsabilità di governo su una parte della terra.

Da un articolo di Ari Shavit

Per un anno il disimpegno è stato un evento percepito prima di tutto come un fatto israeliano. E in effetti, il ritiro unilaterale dalla striscia di Gaza e dalla Cisgiordania nord-occidentale è stato un evento israeliano della massima importanza. Ha dimostrato che Israele è cresciuto e si è liberato dei paradigmi del passato. Ha dimostrato […]

Leggi tutto l'articolo ›

O democratici, o terroristi

In tutto il mondo, il pegno per partecipare al processo elettorale è labbandono delle armi.

Da un editoriale del Jerusalem Post

Ecco che Hamas – l’organizzazione letteralmente “esplosa” all’attenzione pubblica nel marzo 1996 con una serie di stragi costate la vita a quasi sessanta civili israeliani in un mese (in pieno processo di pace) – adesso desidera ardentemente partecipare al processo elettorale palestinese, e Israele minaccia di fare di tutto per sbarrale il passo. Che guastafeste. […]

Leggi tutto l'articolo ›