Lotta di potere nella striscia di Gaza

Hamas non vuole restare esclusa dalla 'spartizione del bottino.

Da un articolo di Danny Rubinstein

Il fatto che la maggioranza dell’opinione pubblica palestinese consideri la decisione israeliana di ritirarsi come un segno di vittoria dell’intifada è noto da tempo. [“Chi dice che i nostri missili danneggiano gli interessi dei palestinesi?”, si è chiesto lunedì il leader di Hamas Mahmoud Zahar, in occasione dell’incontro con l’inviato egiziano Mustafa Buhairi. E ha […]

Leggi tutto l'articolo ›

La responsabilità dei palestinesi

Per settimane questo giornale ha riportato gli avvertimenti di coloro che denunciavano una realtà evidente.

Da un editoriale del Jerusalem Post

Per settimane questo giornale ha riportato gli avvertimenti di funzionari della sicurezza e politici israeliani che denunciavano una realtà evidente: l’Autorità Palestinese non sta combattendo il terrorismo, i terroristi stanno utilizzando il cessate il fuoco per riarmarsi e riorganizzarsi, e dunque il terrorismo è destinato a tornare. In effetti, già prima dell’attentato suicida a Netanya […]

Leggi tutto l'articolo ›

Escalation prima (e dopo) il ritiro

Evidentemente i palestinesi vogliono convincerci che continueranno a sparare su Israele dalla Gaza liberata.

Da un editoriale di Ha'aretz

Era interesse dell’Autorità Palestinese mostrare d’essere capace di garantire un coordinato trasferimento nelle sue mani di striscia di Gaza e Cisgiordania settentrionale. Voleva anche dimostrare che le organizzazioni estremiste guidate da Hamas avrebbero agito con autocontrollo in nome dell’interesse nazionale e della volontà dell’opinione pubblica palestinese. Poi, un mese prima del previsto sgombero da Gaza, […]

Leggi tutto l'articolo ›

Lotta ai terroristi: L’Autorità Palestinese fa già marcia indietro

“Saranno perseguiti soltanto coloro che sono direttamente coinvolti nell’attentato”.

Meno di ventiquattro ore dopo aver annunciato l’intenzione di reprimere con determinazione il gruppo Jihad Islamica per il suo ruolo, esplicitamente rivendicato, nell’attentato terroristico di martedì sera a Netanya (cinque morti), alti rappresentanti dell’Autorità Palestinese mettono ora in chiaro che “saranno perseguiti soltanto coloro che sono direttamente coinvolti nell’attacco”. Il presidente palestinese Mahmoud Abbas (Abu […]

Leggi tutto l'articolo ›

Protocolli di Sion nei libri scolastici palestinesi

In imbarazzo il governo belga, che li ha finanziati.

Il Center for Monitoring the Impact of Peace (CMIP) ha condotto una serie di ricerche sui nuovi libri di testo scolastici pubblicati dall’Autorità Palestinese nel 2004 destinati agli allievi dal quinto al decimo anno di studi. Nel suo rapporto, che riguarda l’ultima edizione di trenta testi, il CMIP afferma d’aver rilevato che l’islam e i […]

Leggi tutto l'articolo ›

La Jihad Islamica palestinese vuole la guerra

Quattro giorni fa Abu Mazen aveva chiesto ai gruppi terroristi a Damasco di tenere a freno gli attentati.

Le autorità di sicurezza israeliane conoscevano piuttosto bene la cellula terroristica che ha realizzato l’attentato di martedì sera a Netanya e l’attentato fallito circa un’ora prima a Shavei Shomron, in Cisgiordania. La cellula veniva tenuta d’occhio da almeno cinque mesi, cioè dall’attentato al pub Stage sul lungomare di Tel Aviv: era stato seguito il suo […]

Leggi tutto l'articolo ›

Sermone a Gaza esalta gli attentati di Londra

La predica è stata trasmessa da una radio della Jihad Islamica palestinese.

Con una reazione simile a quella registrata all’indomani dell’attacco dell’11 settembre a New York, il sangue versato dagli attentati terroristici a Londra ha trovato i suoi ammiratori all’interno dei territori palestinesi. L’emittente radio di Gaza Sut Al Quds, vicina alla Jihad Islamica palestinese, ha apertamente celebrato le atrocità perpetrate a Londra. Sabato sera, due giorni […]

Leggi tutto l'articolo ›

Attentato palestinese a Netanya

Almeno quattro morti, decine di feriti e mutilati.

Quattro israeliani uccisi e decine di altri feriti o mutilati (alcuni in condizioni critiche) per un attentato terroristico compiuto martedì verso le 19.00 (ora locale) presso l’ingresso del centro commerciale Hasharon (all’incorocio fra le vie Herzl e Petach Tikva), nella città costiera israeliana di Netanya, a nord di Tel Aviv. L’esplosione è stata provocata da […]

Leggi tutto l'articolo ›

Prima visita in Israele del nuovo inviato Onu

Forse si apre la possibilità di voltare pagina nei rapporti fra Israele e Nazioni Unite.

Funzionari del ministero degli esteri israeliano hanno accolto cordialmente domenica il nuovo inviato Onu in Medio Oriente, il peruviano Alvaro de Soto, nella sua prima visita in Israele, dicendo che si apre una possibilità di voltare pagina nei rapporti fra Israele e Nazioni Unite. Alvaro de Soto prende il posto occupato per dieci anni dal […]

Leggi tutto l'articolo ›

Ipotizzato collegamento fra attentato a Londra e a Tel Aviv

Quotidiano tedesco: stesso tipo di esplosivo usato oggi a Londra e in Israele nel 2003.

L’attacco terroristico di giovedì scorso a Londra potrebbe essere collegato a un (duplice) attentato suicida perpetrato sul lungomare di Tel Aviv nell’aprile 2003. Lo riferisce lunedì il quotidiano tedesco Bild am Sonntag. Secondo il giornale, agenti dei servizi di sicurezza israeliani avrebbero informato le autorità di sicurezza britanniche che l’esplosivo usato nell’attentato al Mike’s Place […]

Leggi tutto l'articolo ›