Le vere radici del terrorismo

Il mondo ha insegnato ai terroristi che lassassinio di donne e bambini è un modo efficace per promuovere i propri obiettivi politici.

Da un articolo di Evelyn Gordon

Gli apologeti del terrorismo amano andare alla ricerca delle sue “vere radici”. Non hanno tutti i torti. Il terrorismo che oggi insanguina Russia e Iraq non viene fuori dal niente. Dove sbagliano è nel credere che le “vere radici” del terrorismo stiano nelle campagne militari in Iraq e in Cecenia, laddove migliaia di altre simili […]

Leggi tutto l'articolo ›

Lezioni di genocidio alla tv palestinese

Per due volte in tre giorni due esponenti religiosi legati all'Autorità Palestinese hanno invocato il genocidio degli ebrei.

Per due volte in tre giorni due esponenti religiosi legati all’Autorità Palestinese hanno invocato il genocidio degli ebrei. Trasmessi dalla televisione ufficiale dell’Autorità Palestinese, entrambi hanno invitato all’assassinio di ebrei fino all’annientamento del popolo ebraico. Entrambi hanno presentato l’uccisione di ebrei non solo come una volontà di Dio, ma anche come una fase storica necessaria […]

Leggi tutto l'articolo ›

Dove sono le fatwa contro Bin Laden?

Ex ministro del Kuwait: Qualcuno si ricorda di Salman Rushdie?

“Qualcuno si ricorda di Salman Rushdie?”. Se lo domanda il giornalista Sa’d Bin Tefla, già ministro per l’informazione in Kuwait, in un articolo apparso sul quotidiano arabo londinese Al-Sharq Al-Awsat (30.08.04). E continua: “Era un autore sconosciuto che nel 1988 vinse un premio per un insulso romanzo, ‘Versetti satanici’… [Da allora] diversi leader religiosi [islamici] […]

Leggi tutto l'articolo ›

Il nodo dellatomica iraniana

Qui non si tratta di affermare astratti principi di giustizia, ma di garantire un minimo di pace e stabilità in Medio Oriente e nel mondo.

Da un editoriale di Ha'aretz

Qui non si tratta di affermare degli astratti principi di giustizia, ma di garantire un minimo di pace e stabilità in Medio Oriente e nel mondo. La minaccia del tutto straordinaria rappresentata dall’Iran [rispetto ad altri paesi con armi nucleari] nasce dalla particolarissima combinazione di un regime fanatico, il cui obiettivo dichiarato è diffondere la […]

Leggi tutto l'articolo ›

E tempo di solidarietà

La sezione SOLIDARIET? di www.israele.net propone progetti di utilità sociale, precisi e mirati, sia istituzionali che privati.

Interesse e simpatia per la società israeliana possono tradursi in un atto concreto di solidarietà. E’ possibile investire in progetti promossi da enti istituzionali o attivati dall’iniziativa di privati: interventi mirati ad affrontare le molteplici necessità di una società ferita, ma sempre attenta e sensibile ai problemi di tutte le sue componenti. Nella nuova sezione […]

Leggi tutto l'articolo ›

Rosh Hashanah: 6,8 milioni gli abitanti di Israele

Nel corso degli ultimi dodici mesi sono nati 6.000 bambini in più rispetto allanno precedente.

Alla vigilia di Rosh Hashanah (capodanno ebraico) dell’anno 5765, la popolazione dello Stato d’Israele tocca i 6,8 milioni di abitanti, di cui 5,5 milioni ebrei (pari all’81% del totale) e 1,3 milioni arabi. E’ quanto emerge dalle cifre dell’ultimo censimento diffuse lunedì dall’Ufficio Centrale di Statistica israeliano. Il dato indica un incremento di 110.000 persone […]

Leggi tutto l'articolo ›

Il problema della violenza nei paesi arabi

Ex ministro arabo: sionismo e imperialismo non hanno nulla a che fare con la cultura della violenza nel mondo arabo

Il giornalista ed ex ministro delle Comunicazioni del Kuwait, Sa’ad bin Tefla, è stato intervistato dalla televisione giordana (8 giugno 2004) a proposito della cultura delle violenza che ancora permea gran parte della società nei paesi arabi. Rispondendo alle domande, il dott. bin Tefla ha respinto l’idea che questo stato di cose possa essere collegato […]

Leggi tutto l'articolo ›

11 settembre: famiglia israeliana chiede riconoscimento vittima terrorismo

Chiediamo solo un riconoscimento per partecipare alle attività dei famigliari delle vittime del terrorismo.

La famiglia di Hagai Shefi, ucciso l’11 settembre 2001 nell’attentato alle Torri Gemelle del World Trade Center di New York, chiede che lo Stato di Israele riconosca ufficialmente il proprio congiunto come una vittima del terrorismo anti-israeliano. La richiesta della famiglia, respinta in primo grado, è stata ora sottoposta alla Corte Distrettuale di Tel Aviv. […]

Leggi tutto l'articolo ›

Ministro Shalom: Arafat terrorista, Abu Ala istigatore

Arafat non ha posto tra noi. Verrà il giorno in cui lo rimuoveremo da questo territorio.

Yasser Arafat è un terrorista e Israele persevererà nella sua politica di mantenerlo isolato nel suo quartiere generale della Muqata, a Ramallah. Lo ha dichiarato mercoledì il ministro degli esteri israeliano Silvan Shalom. “Arafat non ha posto tra noi – ha detto il ministro israeliano – Verrà il giorno in cui lo rimuoveremo da questo […]

Leggi tutto l'articolo ›

Perché sostenere il Grande Medio Oriente (di Bush)

Un giornalista palestinese: 'Per troppo tempo i regimi arabi hanno sequestrato il problema palestinese per sviare l'attenzione dai loro problemi interni

In un articolo sul quotidiano londinese in lingua araba Al-Hayat (1104.04), il giornalista progressista palestinese Daoud Kuttab critica la reazione negativa nel mondo arabo al piano di riforme americano (“Greater Middle East”) e invita “gli intellettuali arabi autentici” a pronunciarsi a sostegno delle riforme, indipendentemente se esse “vengono dall’interno o se sono il risultato di […]

Leggi tutto l'articolo ›