E lerede di Sharon?

La carriera politica di Sharon è finita, ma la democrazia israeliana può superare questo momento.

Da un articolo di Attila Somfalvi

Una cosa è chiara: l’era del controllo di Sharon sulla politica israeliana, nel bene e nel male, è giunta a termine mercoledì sera all’ospedale Hadassah Ein Kerem di Gerusalemme. La democrazia israeliana si trova ad affrontare una delle prove più difficili, ma si tratta di una prova che ha già superato in passato. In circostanze […]

Leggi tutto l'articolo ›

La malattia di Sharon

Lera in cui Sharon era da solo alla testa di Israele è finita mercoledì sera.

Il ricovero d’urgenza del primo ministro israeliano Ariel Sharon, questa volta per una grave emorragia cerebrale, renderà assai difficile un suo ritorno al lavoro anche nel caso possa superare l’intervento medico in condizioni migliorate. Inoltre, anche in caso di guarigione, sarà difficile convincere l’opinione pubblica che Sharon è in grado di assolvere alla funzione di […]

Leggi tutto l'articolo ›

Israele nel mirino di al-Qaeda

Il vice di Bin Laden ha scritto ad al-Zarqawi: Vogliamo lo scontro con Israele.

Da un articolo di Dore Gold

Le notizie relative al fatto che potrebbe essere stato un commando di al-Qaeda a sparare la recente bordata di razzi Katyusha dal Libano meridionale sul nord di Israele non costituiscono certo il primo segnale dell’ingresso nella zona della rete jihadista globale. Da qualche tempo ufficiali israeliani hanno notato che gruppi che si identificano con al-Qaeda […]

Leggi tutto l'articolo ›

Reagire, con misura

Difficile pretendere che uno stato subisca attacchi di missili senza reagire.

Da un editoriale di Ha'aretz

Il sequestro di stranieri venuti nella striscia di Gaza per aiutare i palestinesi sta diventando un fatto quasi di routine. La perdita di un minimo senso di sicurezza è una cosa che danneggia in primo luogo la stessa popolazione palestinese, e che getta pesanti incognite sull’Autorità Palestinese sollevando seri dubbi sulla sua capacità di governare, […]

Leggi tutto l'articolo ›

La falsa tregua del 2005

2.990 gli attacchi terroristici durante il cosiddetto periodo di calma palestinese.

Mentre Jihad islamica, Comitati di Resistenza Popolare e Brigate Martiri di al-Aqsa di Fatah annunciano la fine del cosiddetto “periodo di calma” che dicevano di aver proclamato nel gennaio 2005, e in base al quale dicevano di essersi astenuto dal lanciare attentati contro obiettivi israeliani, i servizi di sicurezza israeliani hanno diffuso domenica un bilancio […]

Leggi tutto l'articolo ›

Terroristi palestinesi: Tiriamo su qualunque bersaglio nella gittata dei nostri missili

Abu Ahmed: In ogni caso gli israeliani non oseranno mai tornare a Gaza.

“In ogni caso gli israeliani non oseranno mai tornare dentro Gaza”. Lo affermano i gruppi palestinesi che stanno dietro ai continui attacchi con missili Qassam contro Israele. “La continuazione dei lanci da Gaza – ha dichiarato Abu Ahmed, uno dei comandanti locali delle Brigate Martiri di al-Aqsa (Fatah) – dimostra che le operazioni israeliane e […]

Leggi tutto l'articolo ›

Le vere ragioni del declino di Betlemme

Un esponente cristiano: 'Non venitemi a parlare di Israele. Il problema sono i musulmani.

Quest’anno, per Natale, sono giunti a Betlemme più pellegrini cristiani dell’anno scorso, ma comunque molto meno di quelli che arrivavano per le feste natalizie nei primi anni ’90. La stessa popolazione cristiana della città natale di Gesù è ai minimi storici. E immancabilmente, durante i giorni di Natale, molti leader del mondo, insieme a centinaia […]

Leggi tutto l'articolo ›

Anche Abu Mazen è diventato irrilevante

Il sostegno dei palestinesi per Hamas non lascia speranze per i colloqui sullo status finale.

Da un articolo di Dan Schueftan

I recenti sviluppi in Cisgiordania e striscia di Gaza provano una volta di più quanto si sbagliano coloro che fanno affidamento su cambiamenti in corso che aprirebbero la strada a un accordo con i palestinesi. […] Ma il messaggio che proviene dal centro della società palestinese è chiaro. I palestinesi sono pronti a portare alla […]

Leggi tutto l'articolo ›

Inaugurata la ‘zona cuscinetto’ nella striscia di Gaza nord

Lo scopo è allontanare dai confini dIsraele i lanciatori di missili Qassam.

Come ampiamente preannunciato, Israele ha avviato mercoledì alle 18.00 (ora locale) l’operazione “Cieli Blu”: una vasta operazione lanciata dalle Forze di Difesa israeliane prendendo di mira, con tiri d’artiglieria, obiettivi usati dai terroristi nella parte nord della striscia di Gaza e nelle aree in stretta prossimità della appena istituita “fascia di sicurezza”, con lo scopo […]

Leggi tutto l'articolo ›

LIran non si accontenterà di una sola atomica

Lo ha detto al parlamento israeliano il capo del Mossad.

Se non vi saranno interferenze straordinarie, gli iraniani continueranno con il loro programma di arricchimento dell’uranio e raggiungeranno lo stadio della capacità tecnologica indipendente entro qualche mese. Lo ha detto martedì Meir Dagan, capo del servizio di informazione israeliano Mossad, parlando alla Commissione esteri e difesa della Knesset. “Esiste una decisione strategica iraniana di arrivare […]

Leggi tutto l'articolo ›