Prima risoluzione Onu contro attentati suicidi

Per decenni lOnu ha approvato risoluzioni anti-israeliane senza alcun riferimento al terrorismo.

Per la prima volta l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato mercoledì sera una risoluzione che condanna gli attentati suicidi contro civili israeliani. La risoluzione esprime infatti, tra l’altro, “profonda preoccupazione per gli attentati esplosivi suicidi, che provocano perdite di vite israeliane”. Hanno votato a favore 142 stati, cinque hanno votato contro, sei si sono […]

Leggi tutto l'articolo ›

Quel che non va in Barghouti

? paradossale che coloro che dicono che Israele non deve interferire nella scelta del leader dei palestinesi, sono pronti a incornare Barghouti come il loro legittimo rappresentante.

Da un editoriale del Jerusalem Post

Se c’è qualcuno più responsabile di Yasser Arafat per l’inutile guerra terroristica costata la vita a migliaia di israeliani e palestinesi, questi è proprio Marwan Barghouti, che oltretutto rivendica con orgoglio di esserne stato uno degli artefici. Come ebbe a spiegare lo stesso Barghouti in un’intervista al quotidiano arabo edito a Londra Al-Hayat esattamente un […]

Leggi tutto l'articolo ›

Abu Mazen: nessun cedimento sul diritto al ritorno

I nostri cuori non riposeranno fino a quando il diritto al ritorno del nostro popolo non sarà raggiunto

I tre massimi successori di Yasser Arafat si sono solennemente impegnati a seguire le orme del defunto leader rifiutando ogni compromesso sul cosiddetto “diritto al ritorno” di tutti i profughi palestinesi (e loro discendenti) all’interno di Israele anche dopo la creazione di uno stato palestinese indipendente nella totalità dei territori di Cisgiordania e striscia di […]

Leggi tutto l'articolo ›

La pace, in due parole

A un certo punto, negli ultimi 30 anni, israeliani e palestinesi sono tornati sulle posizioni del 1947.

di Saul Singer

[…] Il processo di pace è andato a rotoli principalmente a causa della errata convinzione che, se è vero – come è vero – che la soluzione sta nella spartizione, allora l’ostacolo è Israele. Israele stesso ha talmente interiorizzato questa convinzione internazionale che non si accorge nemmeno di adeguarvisi supinamente. Stiamo già parlando di scarcerare […]

Leggi tutto l'articolo ›

Questa volta lOnu condanna anche lantisemitismo

Ma paesi arabi e islamici si sono opposti con forza.

Per la prima volta l’Asaemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato una risoluzione che condanna l’antisemitismo nel quadro di un testo più ampio contro l’intolleranza religiosa. L’inserimento di un esplicito riferimento anche all’antisemitismo all’interno di una risoluzione che viene riconfermata ogni anno viene considerato dagli osservatori israeliani come una svolta storica. La risoluzione è passata […]

Leggi tutto l'articolo ›

Sulla canna dei fucili

La futura dirigenza palestinese non emergerà dalle urne.

di Shlomo Avineri

La futura dirigenza palestinese non emergerà dalle urne, indipendentemente dal fatto che le elezioni nell’Autorità Palestinese abbiano luogo o meno il 9 gennaio 2005. Poco importa chi vincerà, né se le elezioni si svolgeranno bene o male. Anche questo fa parte del pernicioso retaggio lasciato da Yasser Arafat alla sua gente. Quando venne istituita l’Autorità […]

Leggi tutto l'articolo ›

Rivelazioni: con Oslo Arafat contava di far fuggire gli ebrei

Abdel Bari Atwan, direttore del quotidiano arabo edito a Londra Al-Quds al-Arabi, incontrò Arafat nel 1994.

Un autorevole giornalista palestinese rivela che nel 1994 Yasser Arafat gli aveva spiegato d’aver accettato gli Accordi di Oslo perché contava sul fatto che quegli accordi avrebbero costretto migliaia di ebrei a fuggire da Israele. Abdel Bari Atwan, direttore del quotidiano arabo edito a Londra Al-Quds al-Arabi, racconta che Arafat fece queste affermazioni durante un […]

Leggi tutto l'articolo ›

La voce dei coraggiosi

Sono le voci coraggiose dei palestinesi che lamentano le occasioni perdute, quelle che danno un po' di speranza.

Di Alexander Yakobson

“E’ il benvenuto, se ne sentiva la mancanza. E’ stato un leader coraggioso, che ha spezzato dei tabù sulla strada della riconciliazione”. Queste le parole con cui esponente palestinese Jibril Rajoub in un’intervista a Kol Ha’ir (5.11.04) ha commentato il ritorno alla politica attiva dell’ex primo ministro israeliano Ehud Barak. Si tratta probabilmente del commento […]

Leggi tutto l'articolo ›

Le scuse di Israele per il tragico incidente al confine con lEgitto

Mubarak: L'Egitto capisce che si è trattato di un incidente involontario.

Il ministro della difesa israeliano Shaul Mofaz, giovedì, mentre era in visita a Roma, ha telefonato al suo omologo egiziano Hussein Mantawi per esprimere profondo rincrescimento per l’incidente occorso nella notte al confine fra Egitto e Israele. Mofaz ha garantito che verrà svolta una rapida ed esaustiva inchiesta sulle circostanze dell’accaduto e ha promesso al […]

Leggi tutto l'articolo ›