Il paradosso della sinagoga del Cairo

Israele è diventato di fatto il principale patrocinatore delle battaglie per i diritti nel mondo arabo.

Da un articolo di Guy Bechor

La scorsa settimana la vista dalle finestre dell’unica sinagoga funzionante in tutto il Cairo è cambiata. Come riferisce Yedioth Aharonoth, ora i visitatori della sinagoga possono godere della vista su un enorme poster dove i leader presenti e passati dello stato d’Israele sono raffigurati come macellai e assassini. Il fatto che il poster sia un […]

Leggi tutto l'articolo ›

“Un organismo di ricercatori universitari che vota senza nemmeno accertare i fatti”

Il rettore dell’università di Haifa reagisce al boicottaggio accademico britannico

L’imposizione di un boicottaggio fra università contraddice l’essenza stessa della libertà accademica e della genuina ricerca scientifica. Lo afferma il rettore dell’Università di Haifa, Aaron Ben-Ze’ev, rispondendo alle sanzioni decretate venerdì scorso contro due istituti universitari israeliani da parte dell’Associazione dei docenti universitari britannici. “Chiedo ai docenti britannici e di tutto il mondo di studiare […]

Leggi tutto l'articolo ›

Quei paesi arabi che predicano bene

Se i ricchi paesi arabi volessero risolvere le difficoltà dei palestinesi, potrebbero farlo facilmente.

Da un articolo di Ze'ev Schiff

La vista di lavoratori palestinesi della striscia di Gaza che si accalcano al valico di Erez per cercare di passare in Israele a guadagnarsi una giornata di lavoro per mantenere le loro famiglie è deprimente e inquietante. A quanto pare, tuttavia, vi sono poche possibilità che la loro situazione possa migliorare nell’attuale situazione politico-economica. Israele […]

Leggi tutto l'articolo ›

Lo scandaloso boicottaggio accademico britannico

I docenti universitari inglesi non hanno mai ritenuto di adottare sanzioni contro Iran, Siria o Arabia Saudita.

Netta condanna di una decisione “distorta e faziosa”. Questa la presa di posizione del ministero degli esteri israeliano circa la decisione della Britain’s Association of University Teachers di boicottare due università israeliane. “Il fatto che la Britain’s Association of University Teachers abbia deciso di prendersela con Israele, l’unico stato in tutto il Medio Oriente dove […]

Leggi tutto l'articolo ›

Gli ostacoli ereditati da Oslo

Il movimento nazionale palestinese è un soggetto politico o solo un movimento di rivolta?

Da un articolo di Shlomo Ben-Ami

Uno stato palestinese entro confini provvisori è un concetto problematico che si è insinuato nella Road Map attraverso l’eredità di Oslo. Ed è motivo di rifiuto totale dell’idea da parte dei palestinesi. Nei giorni del primo governo Sharon, Shimon Peres effettivamente sfidò la sorte propugnando l’idea di uno “stato provvisorio”. Ma il suo interlocutore, Ahmed […]

Leggi tutto l'articolo ›

Ratzinger e gli ebrei

Il nuovo papa rappresenta un cattolicesimo conservatore, ma ciò non influenza i rapporti con gli ebrei.

Annoverato fra i più stretti collaboratori di Giovanni Paolo II, a quanto risulta il neo eletto papa Joseph Ratzinger (Benedetto XVI), membro della Commissione vaticana per i rapporti religiosi con gli ebrei, condivide la simpatia verso gli ebrei che caratterizzava il suo predecessore. In passato il papa tedesco ha partecipato al dialogo ebraico-cristiano, ha condannato […]

Leggi tutto l'articolo ›

La difficoltà di Abu Mazen

Abu Mazen è stretto fra lincudine di Fatah e il martello di Hamas.

Da un editoriale di Haaretz

Il presidente dell’Autorità Palestinese Mahmoud Abbas (Abu Mazen) è ben lontano dall’aver onorato la sua parte dell’accordo offertogli dall’amministrazione americana: stabilire il controllo sugli apparati di sicurezza palestinesi, combattere il terrorismo, fare pulizia nell’amministrazione dell’Autorità Palestinese per ottenere il ritorno di Israele sulla via della Road Map. La difficoltà principale con cui Abu Mazen deve […]

Leggi tutto l'articolo ›

Reperti archeologici fra le macerie dei lavori sul Monte del Tempio

Abbandonati in una discarica dal Waqf (lente del patrimonio islamico).

Sul terreno di un parco nazionale di Gerusalemme nei pressi del Monte del Tempio, un piccolo gruppo di archeologi e di volontari, frugando in mezzo ai detriti provenienti dal Monte del Tempio e abbandonati in una discarica dal Waqf (l’ente che gestisce il patrimonio islamico), hanno recentemente scoperto una serie di manufatti che risalgono al […]

Leggi tutto l'articolo ›

Un leader debole

A tre mesi dallinsediamento di Abu Mazen i risultati sono deludenti.

Da un articolo di Barry Rubin

A tre mesi dall’insediamento di Mahmoud Abbas (Abu Mazen) alla dirigenza dell’Autorità Palestinese, i risultati sono deludenti. Certo, ha un compito difficile. E ha deciso di seguire la strategia più accomodante. Ma ciò che conta, ora, sono i risultati. Con dei risultati, Abu Mazen potrebbe utilizzare il suo mandato popolare, l’appoggio internazionale e la flessibilità […]

Leggi tutto l'articolo ›

Intolleranza accademica

Perché i palestinesi premono proprio ora per il boicottaggio delle università israeliane?

Da un editoriale del Jerusalem Post

L’editoriale del Jerusalem Post di mercoledì commenta la minaccia da parte di accademici britannici di lanciare un boicottaggio contro le università israeliane a partire dal 20 aprile. Un boicottaggio di questa natura – scrive il Jerusalem Post – è l’antitesi della libertà di pensiero. Per di più non si tratta di uno spiacevole equivoco isolato. […]

Leggi tutto l'articolo ›