Le altre crisi umanitarie, dimenticate da Onu e mass-media

Onu e mass-media creano l'impressione che tutte le crisi umanitarie siano poca cosa rispetto al conflitto israelo-palestinese.

Di Evelyn Gordon

Shashi Tharoor, sottosegretario generale dell’Onu per la comunicazione e l’informazione, ha pubblicato il 14 luglio scorso un angosciato appello sull’International Herald Tribune intitolato “Le notizie di crisi che non avete mai letto”. In esso Tharoor accusava i mass-media, e dunque il mondo, di ignorare diverse crisi umanitarie assai gravi. Due giorni dopo, sullo stesso quotidiano […]

Leggi tutto l'articolo ›

Gambizzato parlamentare riformista palestinese

Mentre i giornalisti palestinesi vengono minacciati dal sindacato filo-Arafat.

Nabil Amr, parlamentare ed ex ministro palestinese, è stato ferito alle gambe martedì sera, nella sua casa a Ramallah, da colpi d’arma da fuoco esplosi da uomini con il volto coperto. Poco prima Amr aveva parlato alla televisione criticando la corruzione che imperversa nell’Autorità Palestinese e sollecitando Yasser Arafat ad attuare le riforme promesse. Nabil […]

Leggi tutto l'articolo ›

Assemblea Generale Onu contro la barriera anti-terrorismo

Gillerman: 'Grazie a Dio il destino di Israele e del popolo ebraico non viene deciso in quest’aula”.

L’Assemblea Generale dell’Onu ha adottato a larga maggioranza il parere emesso dalla Corte di Giustizia Internazionale dell’Aja contro la barriera anti-terrorismo israeliana. Hanno votato a favore della risoluzione, che non ha carattere vincolante, 150 paesi (compresi i 25 paesi dell’Unione Europea), contro 6 voti contrari (Israele, Usa, Australia, Isole Marshall, Micronesia, Palau) e 10 astenuti […]

Leggi tutto l'articolo ›

I palestinesi hanno diritto a un governo rappresentativo

"Come molti altri palestinesi anch’io sono stato contento di sentire che il comandante della polizia di Gaza era stato rimosso".

di Daoud Kuttab, giornalista palestinese, direttore Institute of Modern Media

Come molti altri palestinesi, anch’io sono stato contento di sentire che il comandante della polizia di Gaza, Ghazi Jabali, era stato rimosso. Non l’avevo mai incontrato di persona, ma ebbi occasione di avere con lui una sgradevole conversazione telefonica. Jabali volle infatti parlare con me il giorno in cui venni rilasciato dopo sette giorni di […]

Leggi tutto l'articolo ›

lllegittima e infondata la sentenza dell’Aja

“La Corte non riesce a mostrare alcun fatto o prova che smentisca le esigenze di sicurezza di Israele”

Dichiarazione del giudice Buergenthal

Testo integrale della Dichiarazione con cui il giudice Thomas Buergenthal ha motivato il suo (unico) voto contrario all’opinione emessa dalla Corte Internazionale dell’Aja il 9 luglio sulla barriera anti-terrorismo israeliana. 1. Poiché io credo che la Corte avrebbe dovuto esercitare il suo potere discrezionale e rifiutare di dare il parere consultivo richiesto, dissento dalla decisione […]

Leggi tutto l'articolo ›

Caos nellAutorità Palestinese

Silvan Shalom: 'Finché Arafat continuerà ad essere al comando, continuerà a prevalere questa situazione di anarchia.

La situazione nella striscia di Gaza continua a deteriorarsi. Dopo un fine settimana di sequestri-lampo e crescenti turbolenze, il quartiere generale dell’Intelligence palestinese è stato messo a fuoco domenica mattina e tutti i palestinesi in esso detenuti sono stati messi in libertà. Le Brigate Martiri di Al Aqsa hanno rivendicato l’assalto al complesso. Lo riferiscono […]

Leggi tutto l'articolo ›

Sfiorata unaltra strage terroristica a Gerusalemme

Un attentatore suicida di Hamas si era soffermato la sera di domenica scorsa davanti a un popolare caffè di Gerusalemme.

Un attentatore suicida di Hamas si era soffermato la sera di domenica scorsa davanti a un popolare caffè di Gerusalemme, ma poi ha rinunciato a realizzare l’attentato. Una settimana dopo, “l’attentatore che se n’è andato” è morto in uno scontro a fuoco con agenti della polizia israeliana che lo avevano rintracciato nella sua abitazione a […]

Leggi tutto l'articolo ›

Indice di sviluppo umano: Israele al 22esimo posto

Israele ha ottenuto un punteggio pari a 0.908, contro il punteggio di 0.907 due anni prima, e di 0.794 nel 1975.

Sulla base di dati relativi al 2002, Israele è salito al 22esimo posto nella classifica dell’indice di sviluppo umano (United Nations Human Development Index – HDI), lo strumento dell’Onu che valuta la qualità della vita nei paesi di tutto il mondo sulla base della combinazione di vari parametri economici, sociali, politici, giuridici, culturali e ambientali […]

Leggi tutto l'articolo ›

Sventati due attentati suicidi

Anche questa volta la popolazione israeliana ha sopportato di buon grado i disagi causati dai meticolosi controlli di sicurezza.

C’è stato grande allarme, nella regione centrale di Israele, la sera e la notte di mercoledì a causa di precise segnalazioni ottenute dalle forze di sicurezza circa imminenti attentati terroristici all’interno del territorio israeliano. L’allarme è stato allentato, ma non è cessato del tutto, solo giovedì mattina dopo che le forze di sicurezza hanno ufficialmente […]

Leggi tutto l'articolo ›

Una sentenza che rasenta il ridicolo

La Corte dell'Aja non fa nemmeno finta di evitare prese di posizione politiche.

Da un articolo di Evelyn Gordon

La Corte Internazionale di Giustizia dell’Aja ha due compiti: esercitare funzione di arbitrato in un contenzioso fra due Stati, e fornire pareri consultivi alle Nazioni Unite. Tuttavia, dal momento che il suo Statuto vincola espressamente la funzione di arbitrato al consenso delle parti interessate, la Corte finora si era sempre rifiutata di emettere pareri consultivi […]

Leggi tutto l'articolo ›