Il gioco del Consiglio Onu per i diritti umani è truccato e spudoratamente fazioso

La lista nera, voluta dai campioni mondiali di violazione dei diritti umani, è faziosa e mal compilata. Ma può essere dannosa

Di Lahav Harkov

La pubblicazione mercoledì scorso, da parte del Consiglio Onu per i diritti umani, della lista nera delle aziende che operano in Giudea e Samaria (Cisgiordania) ha colto di sorpresa Gerusalemme. Non che qualcuno si sia particolarmente sorpreso per il contenuto

Leggi tutto l'articolo ›

Fatah: “La Palestina dal Giordano al Mediterraneo è inalienabile waqf islamico”

Alto funzionario del movimento di Abu Mazen minaccia qualunque leader palestinese che osi accettare solo Cisgiordania e Gaza

Il movimento Fatah, che fa capo al presidente dell'Autorità Palestinese Abu Mazen, non sta solo dicendo categoricamente "no" al piano di pace proposto dall’amministrazione Trump, ma insiste sul fatto che tutto lo stato d'Israele deve essere "Palestina".

Leggi tutto l'articolo ›

Violenze spontanee?

Video per ragazzini e proclami pro terroristi fomentano l’ondata in corso di attacchi e aggressioni palestinesi

Tre giorni prima che venissero compiuti tre attacchi terroristici a Gerusalemme e in Cisgiordania con auto e armi da fuoco, l'ex capo dei servizi di sicurezza dell'Autorità Palestinese Tawfiq Tirawi aveva esplicitamente esortato la polizia palestinese a non collaborare con Israele nello sventare atti terroristici.

Leggi tutto l'articolo ›

Gli israeliani ricordano, per questo non ci credono

Tutti i tentativi di negoziare un accordo e di stabilire frontiere sicure sono stati clamorosamente frustrati: per questo oggi i sostenitori della scommessa "terra in cambio di pace" si ritrovano relegati ai margini della politica israeliana

Di David Horovitz

Gli israeliani, nel loro complesso, non credono che sia possibile fare la pace con i palestinesi, o anche solo separarsi da loro in sicurezza, almeno per il futuro prevedibile.

Leggi tutto l'articolo ›

Perché io, israeliana di sinistra, accetto il piano Trump

Solo nella fantasia degli occidentali esiste un piano che sia accettabile per i palestinesi e che non comporti la fine del sionismo, cioè dell’autodeterminazione del popolo ebraico

Di Einat Wilf

Gran parte delle critiche sincere al piano di Donald Trump "Pace verso la prosperità" per il Medio Oriente nascono dal presupposto che si sarebbe potuto trovare un altro piano migliore, più giusto e più equo

Leggi tutto l'articolo ›

Il Fatah di Abu Mazen rifiuta il piano Trump perché rifiuta qualunque spartizione. E lo dice chiaro

Continua martellante la propaganda per la cancellazione di Israele dalla carta geografica

Fatah, il movimento che fa capo al presidente dell'Autorità Palestinese Abu Mazen, non si limita a dichiarare che il piano di pace proposto dall’amministrazione Trump "non passerà" e che i palestinesi "difenderanno la Palestina con il sangue e l’anima".

Leggi tutto l'articolo ›