Di fronte a un calo delle vaccinazioni, Israele passa all’attacco contro la disinformazione

Mentre il Ministero della salute rafforza la task force digitale anti-fake news, le autorità mettono in campo un mix di ammonimenti e incentivi anche piuttosto fantasiosi

Benché sempre in testa nella campagna di vaccinazione anti-coronavirus, Israele sta ora affrontando un netto rallentamento nel tasso di iniezioni che viene attribuito soprattutto alla disinformazione on-line.

Leggi tutto l'articolo ›

Ambasciate a Gerusalemme ovvero: la schizofrenia dell’Europa

Stabilire la propria ambasciata nella capitale del paese con il quale si hanno rapporti diplomatici è un atto di assoluta normalità compiuto da tutti gli stati senza che ciò dia adito a controversie. Salvo nel caso di Israele

Di Valentino Baldacci

Sembrano esistere due Europe. Una concreta, pragmatica, capace di affrontare con lucidità e decisione la più grave crisi sanitaria ed economica che il continente abbia attraversato a partire dalla II guerra mondiale.

Leggi tutto l'articolo ›

Quando la cessione di terra a ebrei viene condannata come una trasgressione religiosa

Per l’Autorità Palestinese, la “giudaizzazione” del paese equivale a “tradire” Gesù e Allah ed è un reato passibile di ergastolo

Muwaffaq Matar, membro del Consiglio rivoluzionario di Fatah ed editorialista cristiano che collabora regolarmente col quotidiano ufficiale dell'Autorità Palestinese, ha scritto che i cristiani palestinesi capiscono "il pericolo della giudaizzazione"

Leggi tutto l'articolo ›

Decisione immorale della Corte penale internazionale

La Corte dell'Aia mette sullo stesso piano la difesa di Israele e gli attentati terroristici, e si arroga il diritto di giudicare un sicuro stato di diritto come Israele, che non ha nemmeno aderito allo Statuto di Roma, e persino di stabilirne i confini al posto dei negoziati

Editoriale del Jerusalem Post

La Corte penale internazionale dell'Aia ha preso una pessima decisione quando ha deliberato di avere la giustificazione legale per aprire un'indagine su crimini di guerra a carico di Israele.

Leggi tutto l'articolo ›

Se torna l’equivalenza immorale fra politiche israeliane e violazioni palestinesi

Porre fine all’istigazione e alle politiche che incentivano il terrorismo non sono “idee auspicabili”: sono precisi obblighi che l’Autorità Palestinese si era assunta firmando gli Accordi di Oslo

Di Stephen M. Flatow

Ci è voluta meno di una settimana perché l'amministrazione Biden tornasse alla politica di equivalenza morale, o quella che preferisco chiamare equivalenza immorale

Leggi tutto l'articolo ›