Sezione: Arte e Archeologia

In Galilea la soluzione di un enigma dei tempi di Salomone

Un sito naturalistico e archeologico ancora tutto da scoprire e valorizzare

All’ingresso della strada bianca che porta alla foresta di Segev, nella Galilea occidentale, si trova un cartello segnaletico in legno che porta il simbolo dalla IAA (Israel Antiquities Authority) e sotto, in lettere verdi sbiadite, il nome “Rosh Zayit Ruin”. Senza esaminare attentamente l’ingresso della strada, si rischia di non vedere il cartello coperto di […]

Leggi tutto l'articolo ›

Novità a Masada

Ampliata e migliorata l’offerta turistica nel celeberrimo sito archeologico presso il Mar Morto

Quand’è stata l’ultima volta che siete saliti a Masnada, che vi siete arrampicati su per il famoso “sentiero del serpente” o avete ammirato la vista incredibile dalla cima dell’altopiano, per non parlare delle emozioni date dalla storia e dalla mitologia del luogo? Oggi, il Centro visitatori e Parco nazionale di Masada cerca di attirare vecchi […]

Leggi tutto l'articolo ›

La scoperta della Tomba di re Erode il Grande all’Herodium

Importanti risultati di una lunga campagna di scavi condotta da archeologi dell’Università di Gerusalemme

La lunga ricerca della tomba di Erode il Grande ha avuto termine con la venuta alla luce dei resti della sua tomba, sarcofago e mausoleo sulle pendici nord-orientali del Monte Herodium. Lo ha annunciato il prof. Ehud Netzer dell’Istituto di Archeologia dell’Università di Gerusdalemme. Erode fu re della Giudea, nominato dai romani, dal 37 al […]

Leggi tutto l'articolo ›

Alle origini

Gli ottantanni di Avraham Yaski, uno dei più grandi architetti dIsraele

Da un articolo di Esther Zandberg

Avendo raggiunto questa settimana l’età di 80 anni, l’architetto Avraham Yaski sta facendo un consuntivo della sua vita professionale fino ad oggi. La sua carriera di 55 anni non ha eguali in Israele. Yaski ha fatto praticamente tutto quello che un architetto potrebbe desiderare – con il suo impegno in attività pubbliche ed educative – […]

Leggi tutto l'articolo ›

Antichissimo testo semitico da piramide egizia

Presentato per la prima volta all'Università di Gerusalemme

Si è svolta a fine gennaio all’Università di Gerusalemme la prima presentazione pubblica del più antico testo semitico continuo mai decifrato. La presentazione è stata fatta da Richard Steiner, professore di lingue e letterature alla Yeshiva University di New York, con una conferenza dal titolo “Scrittura proto-cananea nei testi delle piramidi: un primo sguardo alla […]

Leggi tutto l'articolo ›

Lele Luzzati serata commemorativa

Milano, 26 febbraio 2007

Serata commemorativa organizzata dal Teatro Franco Parenti lunedì 26 febbraio 2007 a Milano. Gianfranco De Bosio, Sergio Escobar, Cesare Rimini, Arturo Schwarz, Andrée Ruth Shammah hanno ricordato Lele Luzzati, ad un mese dalla scomparsa. Per l’occasione, il direttore del Museo Luzzati di Genova, Sergio Noberini, ha messo a disposizione tre straordinari cortometraggi del grande scenografo: […]

Leggi tutto l'articolo ›

Nuova teoria sullesatta ubicazione del Tempio ebraico

Secondo il prof. Joseph Patrich, dellUniversità di Gerusalemme, il Secondo Tempio era collocato più a sud-est e diagonalmente, e non comprendeva la roccia oggi coperta dalla Cupola islamica

Gli esperti hanno opinioni diverse sull’ubicazione del Secondo Tempio a Gerusalemme, ma Joseph Patrich, professore dell’Istituto di Archeologia dell’Università di Gerusalemme, dice che alcuni reperti archeologici finora ignorati dagli studiosi indicano esattamente l’ubicazione, che sarebbe leggermente diversa da quella comunemente accreditata. Il luogo identificato dal prof. Patrich pone il Tempio e i suoi cortili, locali […]

Leggi tutto l'articolo ›

Alla ricerca della misteriosa città di Nob

Nuove ipotesi degli archeologi israeliani sul sito della misteriosa città sacerdotale vicino a Gerusalemme, più volte citata dalle Scritture

Da un articolo di Ran Shapira

Il primo riferimento biblico alla città di Nob è in Samuele I. Durante il regno di re Saul, dopo la distruzione di Shiloh, i sacerdoti della casa di Eli risiedevano a Nob, ed il tabernacolo era posto là. Quando Saul scoprì che uno dei sacerdoti, Ahimelech ben Ahituv, aveva dato a David la spada di […]

Leggi tutto l'articolo ›

Archeologo ungherese scopre una tavola su cui è nominato il distruttore di Masada

Ma il reperto è in mano al Waqf islamico, che si oppone a ulteriori ricerche

di Nadav Shragai

Nel 73 e.v. il governatore romano della Giudea, Flavius Silva, assediò Masada con la X Legione Fretensis. Quando le mura della rocca furono abbattute dagli arieti, i romani scoprirono che i difensori della fortezza avevano appiccato il fuoco a tutte le strutture e avevano preferito il suicidio in massa alla sconfitta e alla schiavitù. Masada […]

Leggi tutto l'articolo ›

Dieta Masada

Quali pesche mangiavano gli abitanti di Masada? E quali olive? Lo ha scoperto un gruppo di ricerca guidato dallarcheologo botanico Mordechai Kislev

di Ran Shapira

Il comandante e naturalista romano Plinio descrive, nel suo libro “Storia naturale”, una varietà rarissima di pesca che matura precocemente, in estate e non in autunno come le altre pesche della sua epoca. Nessuno sa come questa varietà fosse chiamata nell’antichità, ma il prof. Mordechai Kislev, un esperto in archeologia botanica, sostiene che le pesche […]

Leggi tutto l'articolo ›