Sezione: Attualità

Palestinesi accusano Hamas per le misere condizioni di Gaza

Dopo 15 anni di dittatura, la campagna online “Hanno sequestrato Gaza” respinge il frusto espediente dei capi islamisti di cavarsela dando ogni colpa a Israele

Di Khaled Abu Toameh

Molti palestinesi hanno lanciato una campagna sui social network per protestare contro il governo di Hamas sulla striscia di Gaza, accusando il movimento islamista d’essere responsabile della povertà, della disoccupazione e delle dure condizioni economiche e umanitarie.

Leggi tutto l'articolo ›

Se la calunnia sull’apartheid israeliano si ritorce contro la politica palestinese

I continui attacchi volti a delegittimare lo stato ebraico hanno un certo successo in Occidente, ma sono andati a sbattere contro un muro nella maggior parte dei paesi arabi

Di Dan Diker

Di recente il ministro degli esteri israeliano Yair Lapid ha messo in guardia dalle implicazioni "tossiche" e "velenose" della campagna globale guidata dall'Olp volta a diffamare Israele come uno “stato di apartheid”

Leggi tutto l'articolo ›

Ottant’anni dopo, l’eco di Wannsee risuona ancora

L'odierno regime iraniano porta avanti il progetto avviato da Hitler e sostenuto dal muftì Amin el-Husseini, adottando persino il termine "soluzione finale"

Di Matthias Kuntzel

Ottant'anni fa, nella villa di Wannsee, l'élite nazista emise una condanna a morte contro milioni di ebrei europei, mettendo in moto in modo pianificato il processo che avrebbe portato al più spietato omicidio di massa nella storia dell'umanità.

Leggi tutto l'articolo ›

TV dell’Autorità Palestinese: “I combattenti palestinesi si sono sempre rifiutati di uccidere civili e bambini”

L’apogeo della menzogna. Da gente capace di sostenere una tale enormità ci si può aspettare qualunque nefandezza

Qualunque persona minimamente informata su storia e cronaca del conflitto israelo-palestinese resta semplicemente senza parole di fronte a queste affermazioni fatte alla tv ufficiale dell’Autorità Palestinese dal conduttore televisivo Nasser Al-Lahham

Leggi tutto l'articolo ›

In Israele è tempo di dare luce verde al superamento del lasciapassare verde

Omicron è più contagiosa ma meno letale: grazie a vaccini, comportamenti responsabili e attenzione ad anziani e malati, oggi si possono trovare nuovi modi per garantire la salute fisica insieme a quella psicologica ed economica

Editoriale del Jerusalem Post

Nel corso della lotta contro la pandemia da coronavirus, la voracità della variante Omicron ha richiesto un nuovo approccio per fronteggiare la malattia.

Leggi tutto l'articolo ›

L’ultima vittima dell’ottuso maccartismo BDS: un rapper palestinese

Il movimento per il boicottaggio è contro Israele, contro la pace e contro gli stessi palestinesi

Di Sheren Falah Saab

Il movimento BDS per il Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni non risparmia nessuno. La cultura del boicottaggio che ha instaurato negli ultimi anni non si limita solo a Israele, ma colpisce anche artisti e musicisti del mondo arabo e palestinese che tentano di uscire dal gregge.

Leggi tutto l'articolo ›

L’Unione Europea finanzia la requisizione di fatto di terre in Area C da parte palestinese

Un rapporto del Ministero dell'Intelligence israeliano denuncia la sistematica violazione degli Accordi di pace

Negli ultimi sette anni l'Unione Europea ha speso mezzo miliardo di dollari a sostegno di un piano dell'Autorità Palestinese volto a prendere il controllo sull'Area C della Cisgiordania in violazione degli Accordi di pace firmati dalle parti e garantiti dalla stessa Unione Europea.

Leggi tutto l'articolo ›

Bennett: L’unico accordo con l’Iran accettabile per Israele è quello che esclude lo sviluppo di armi nucleari

Il primo ministro israeliano mette in guardia dal revocare le sanzioni contro Teheran: “Significherebbe avere terrorismo con gli steroidi”

Un accordo con l'Iran accettabile per Israele è solo quello che non consenta alla Repubblica Islamica di arricchire l'uranio ad alti livelli. Lo ha affermato martedì il primo ministro israeliano Naftali Bennett intervenendo in videoconferenza al World Economic Forum di Davos.

Leggi tutto l'articolo ›