Sezione: Attualità

Riallineamento regionale

Non avrebbe potuto essere più stridente il contrasto fra l’immagine dei dirigenti sunniti ed europei che si riunivano a Varsavia con Israele e Usa, e quella di iraniani turchi e russi che si riunivano a Sochi (nella totale assenza di Abu Mazen)

Editoriale del Jerusalem Post

Una convinzione comune negli ultimi 26 anni, dalla firma degli accordi di Oslo, era che la normalizzazione con il mondo arabo sarebbe stata possibile solo quando lo stato d’Israele avesse concluso un accordo di pace con i palestinesi.

Leggi tutto l'articolo ›

Quell’ebreo vittima del terrorismo, ricordato grazie agli onori tributati ai suoi assassini

L’opinione pubblica può anche aver dimenticato Avraham Bromberg, ma i palestinesi non dimenticano di celebrare chi lo ha trucidato

Di Stephen M. Flatow

Come la maggior parte delle vittime del terrorismo arabo-palestinese, Avraham Bromberg sarebbe stato quasi completamente dimenticato se non fosse per la cocciutaggine dei tanti che ammirano e finanziano i suoi assassini.

Leggi tutto l'articolo ›

Quarant’anni di odio (e di fallimenti)

Con la sua ossessione per il potere regionale e l’ostinazione antisemita di distruggere lo stato ebraico, l’Iran sperpera enormi risorse e porta alla rovina se stesso e altri paesi mediorientali

Editoriale del Jerusalem Post

Il regime iraniano sta sfruttando il 40esimo anniversario della rivoluzione islamica per vantare i presunti successi del suo tentativo di dominare il Medio Oriente e minacciare Israele e gli Stati Uniti.

Leggi tutto l'articolo ›

Fra terrorismo e aiuti americani, l’Autorità Palestinese ha scelto il terrorismo

Ancora una volta i dirigenti palestinesi cercano di sottrarsi alle loro responsabilità distorcendo la verità dei fatti

Di Maurice Hirsch

Con il 31 gennaio scorso, l'amministrazione statunitense ha interrotto i suoi aiuti finanziari all'Autorità Palestinese. Il negoziatore capo palestinese Saeb Erekat ha reagito dichiarando: "Centinaia di palestinesi perderanno il lavoro a causa della decisione degli Stati Uniti di porre fine a tutti i progetti USAID in Palestina

Leggi tutto l'articolo ›

Chi dialoga e chi no

L’Autorità Palestinese rifiuta l'invito a partecipare alla conferenza su pace e sicurezza in Medio Oriente, in programma questa settimana a Varsavia, e chiede ai paesi arabi di boicottarla

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha annunciato domenica che questa settimana incontrerà il vicepresidente americano Mike Pence e il Segretario di stato Mike Pompeo, nel quadro del summit ministeriale che si terrà a Varsavia il 13 e 14 febbraio con lo scopo di "promuovere un futuro di pace e sicurezza in Medio Oriente". Dal canto suo, l’Autorità Palestinese ha rifiutato l'invito

Leggi tutto l'articolo ›

Bambini palestinesi: le vittime del vero apartheid (arabo)

Le organizzazioni che ostentano grande indignazione per le sofferenze dei palestinesi resteranno zitte, come al solito, di fronte a questa tragedia solo perché il bambino è morto in un paese arabo, e non si può incolpare Israele?

Di Khaled Abu Toameh

Mohammed Majdi Wahbeh, un bambino palestinese di tre anni del campo profughi di Nahr al-Bared, nel nord del Libano, è l'ultima vittima delle leggi discriminatorie e segregazioniste che colpiscono i palestinesi che vivono in un paese arabo.

Leggi tutto l'articolo ›