Sezione: Attualità

L’anti-normalizzazione contro Israele è immorale

Il boicottaggio degli attori palestinesi a Cannes è emblematico di una cultura anti-normalizzazione che promuove il conflitto e allontana la pace

Di Emily Schrader

La scorsa settimana il film israeliano Let There Be Morning, diretto da Eran Kolirin, ha debuttato al Festival di Cannes. Ma invece di fare notizia per i suoi meriti cinematografici, il film è stato coinvolto in una polemica pubblica

Leggi tutto l'articolo ›

L’attuale governo rispecchia la forza della democrazia israeliana, un’assoluta rarità in Medio Oriente

Mentre schiere di sedicenti filo-palestinesi invocano boicottaggi e sanzioni, un vero rappresentante eletto dalla comunità araba si impegna più a fondo nella politica del paese a beneficio della sua gente

Di Bassem Eid

Da meno di un mese il popolo d’Israele ha un nuovo governo, più rappresentativo. Il nuovo governo di coalizione è composto da otto partiti che hanno punti di vista così diversi l'uno dall'altro che l’alleanza fra loro è quasi comica.

Leggi tutto l'articolo ›

Quando i critici di Israele non sopportano la sovranità ebraica

Se l'esistenza stessa delle Forze di Difesa israeliane è intollerabile, e Israele è intrinsecamente illegittimo, nessun uso della forza per quanto giustificato risulterà mai accettabile

Di David E. Bernstein

Dopo eventi come la recente guerra Israele-Hamas, la gente inevitabilmente si domanda come mai schermaglie relativamente minori che coinvolgono Israele catturano così tanta attenzione nel mondo, mentre conflitti molto più sanguinosi e geo-politicamente significativi fanno a malapena alzare un sopracciglio nella comunità interazionale.

Leggi tutto l'articolo ›

Sulla resilienza della democrazia israeliana

Gli ebrei sono entrati nel mondo moderno con una lunga tradizione di rappresentanza e processi elettorali, una barriera contro derive autoritarie che è insita nel DNA politico d’Israele

Di Shlomo Avineri

Il governo israeliano è recentemente passato di mano, fra gravi timori e vani tentativi di silurarlo fino all'ultimo momento. Questo successo del processo democratico è stato attribuito a varie cause

Leggi tutto l'articolo ›

Se i mass-media ogni tanto ricordassero gli ostacoli alla pace causati dai palestinesi

Anche l'Associated Press si è adeguata ai dettami del giornalismo militante anti-israeliano propugnati da un’imbarazzante “lettera aperta ai colleghi” diffusa il mese scorso

Di Tamar Sternthal

L'Associated Press, una delle maggiori agenzie di stampa la cui missione dichiarata è "promuovere la forza dei fatti" con "un giornalismo di livello mondiale", lunedì scorso sembrava essersi improvvisamente ispirata a una lettera aperta firmata a giugno da centinaia di giornalisti schierati contro l’etica del giornalismo.

Leggi tutto l'articolo ›