Sezione: Attualità

Israele avvia la costruzione del quarto e maggiore acquedotto per Gaza

Ma la disponibilità ad aumentare la fornitura di acqua dolce è pesantemente limitata dalla pessima gestione delle infrastrutture all’interno della striscia da parte di Hamas

Mekorot, la compagnia idrica nazionale israeliana, ha avviato i lavori per la costruzione di un acquedotto potenziato verso Gaza, destinato ad incrementare il flusso di acqua potabile verso l’enclave controllata da Hamas.

Leggi tutto l'articolo ›

Intanto il sud brucia. Di nuovo

Nel silenzio di quasi tutti i mass-media, ogni sera Adele del kibbutz Nirim aggiorna la mappa degli incendi terroristici causati da palestinesi di Gaza

Di Adele Raemer

Mi chiamo Adele. Vivo in un kibbutz a circa un miglio dal confine con la striscia di Gaza. Lavoro a tempo pieno, eppure il mio sionismo mi tiene molto impegnata al di là delle ore di attività come insegnante e formatrice di insegnanti, di madre e nonna, di membro attivo del kibbutz.

Leggi tutto l'articolo ›

Ecco cosa si predica nella moschea al-Aqsa: “da qui partirà l’esercito che conquisterà la Palestina, assedierà Roma e sottometterà il mondo”

Imam francese in visita in Israele: l’anti-sionismo è una maschera dell’antisemitismo

Durante un sermone nella moschea al-Aqsa di Gerusalemme postato su internet lo sorso 2 giugno, lo sceicco palestinese Abu Hanifa Awda ha detto che Gerusalemme è il "centro" dove sventoleranno gli stendardi del califfato, si raduneranno le brigate militari e sarà annunciata la nascita del califfato islamico.

Leggi tutto l'articolo ›

L’attacco al posto d’osservazione militare siriano sul Golan era atteso da tempo

La base su Tel al-Hara viene usata da iraniani e Hezbollah in violazione delle intese raggiunte coi russi

Di Ron Ben Yishai

Tel al-Hara, che secondo i mass-media statali siriani è stata attaccata da Israele nelle primissime ore di mercoledì’ mattina, è un'altura di origine vulcanica che si eleva a 1.100 metri di altitudine dominando il versante siriano delle alture del Golan

Leggi tutto l'articolo ›

Ridefinizione dei confini e annessioni: la necessità di fare chiarezza

Yemini: Se l'ambasciatore Usa parlava dei blocchi di insediamenti, non ha detto nulla di nuovo. Ma uno stato unico dal fiume al mare sarebbe il sogno dei palestinesi: la scomparsa di Israele come stato ebraico

Editoriale del Jerusalem Post e Ben-Dror Yemini

La grande novità del lungo weekend di Shavuot è stata l'intervista al New York Times dell'ambasciatore americano in Israele David Friedman. Friedman ha detto al giornalista David Halbfinger: "Penso che Israele abbia il diritto di trattenere una parte, ma probabilmente non tutta, la Cisgiordania".

Leggi tutto l'articolo ›

I palestinesi stanno pianificando una “spontanea rivolta popolare” contro il workshop sulla pace economica in Bahrain

Intanto i giordani sono furibondi con Abu Mazen che blocca tutti i tentativi di alleviare la crisi economica nell’Autorità Palestinese

Di Khaled Abu Toameh

I palestinesi stanno pianificando una "rivolta popolare" a fine mese per protestare contro il preannunciato piano per la pace in Medio Oriente del presidente americano Donald Trump.

Leggi tutto l'articolo ›

Due anni fa i ministri di Abu Mazen si sono aumentati gli stipendi in segreto

Documenti recentemente trapelati attestano generosi aumenti e benefit, mentre l'Autorità Palestinese taglia i salari dei suoi dipendenti (continuando a incolpare Israele)

Il fatto di lamentare in ogni sede le infelici condizioni del mercato del lavoro palestinese in Cisgiordania, con la disoccupazione sempre alta e la crescita economica in costante rallentamento, non ha impedito al governo dell'Autorità Palestinese di concedersi in segreto svariati benefit e generosi aumenti di stipendio

Leggi tutto l'articolo ›

La peculiare educazione alla pace in stile palestinese

Scuola e tv dell’Autorità Palestinese insegnano a sperare nella fine di Israele, mentre i bambini palestinesi negli Usa vengono indotti a cantare “li decapiteremo, li tortureremo in eterno”

Un'insegnante palestinese è apparsa alla tv ufficiale dell’Autorità Palestinese insieme alla preside della sua scuola e ha spiegato a chiare lettere come si insegna agli scolari palestinesi a desiderare e aspettarsi la cancellazione di Israele dalla carta geografica.

Leggi tutto l'articolo ›