Sezione: Attualità

Fatah e Hamas si fanno la guerra a colpi di razzi su Israele e violenze a Gerusalemme

Gli abitanti del sud di Israele e gli ebrei di Gerusalemme non possono essere tenuti in ostaggio dalla lotta tra le fazioni palestinesi e dalla loro bega politica

Editoriale del Jerusalem Post

Lo scorso novembre, quando si abbatterono su Israele due razzi lanciati da Gaza, il fatto venne inizialmente derubricato come un "incidente", forse innescato da un fulmine durante un temporale.

Leggi tutto l'articolo ›

Ora Israele ha bisogno di un governo, non di riforme elettorali

Le proposte avanzate in questo momento mirano solo a estromettere o mantenere in carica Netanyahu: una situazione che può produrre soltanto cattive riforme

Editoriale del Jerusalem Post

Dopo quattro elezioni in meno di due anni e ancora nessun chiaro risultato in vista, è del tutto naturale che quello della riforma elettorale sia diventato un tema caldo nella politica israeliana.

Leggi tutto l'articolo ›

Per la tv dell’Autorità Palestinese, la Carta dell’Olp invoca tuttora la distruzione di Israele

Un programma educativo della tv di Abu Mazen si dimentica di dire che sin dagli anni ’90 l’Olp si è impegnata a cancellare le clausole della Carta Nazionale palestinese che contraddicono il diritto di Israele ad esistere

Nel quadro di una serie intitolata "Lessico della rivoluzione", la tv ufficiale dell'Autorità Palestinese ha ripetutamente trasmesso a marzo un filmato educativo in cui viene presentata la Carta Nazionale dell'Organizzazione per la Liberazione della Palestina del 1964, che invoca esplicitamente la distruzione di Israele

Leggi tutto l'articolo ›

Al-Zahar: “Coloro che bruciarono gli ebrei non erano criminali: li uccisero perché gli ebrei li sfruttavano a proprio vantaggio”

Ancora qualche dubbio sull’antisemitismo di Hamas?

Parlando sull’emittente irachena Al-Etejah TV lo scorso 10 aprile in risposta a un evento commemorativo della Shoà tenutosi negli Emirati Arabi Uniti, l'alto esponente di Hamas Mahmoud Al-Zahar ha esortato i regimi "neo-arabo-sionisti" a chiedersi perché è avvenuto l'Olocausto

Leggi tutto l'articolo ›

Una vita senza sirene

I bambini israeliani imparano a distinguere la sirena che significa correre in un rifugio per salvarti e quella che significa fermarsi a riflettere su coloro che hanno sacrificato le loro vita per salvare la tua

Di Romi Sussman

Qualche sera fa eravamo seduti a tavola e si parlava del fatto che presto sarebbe stato Yom HaShoà, la Giornata della Memoria dell'Olocausto, e a scuola sarebbe suonata una sirena, come in tutto il resto del paese.

Leggi tutto l'articolo ›