Sezione: Attualità

Per l’Autorità Palestinese, ogni legge e trattato internazionale è subordinato al diritto islamico

Lo afferma il giudice supremo palestinese per la shari'a, già consigliere di Abu Mazen per gli affari religiosi

In un’intervista alla tv palestinese postata lo scorso 9 gennaio sulla sua pagina Facebook, il giudice supremo della shari'a dell’Autorità Palestinese e presidente del Consiglio supremo per la giustizia della shari'a, Mahmoud Al-Habbash, ha sottolineato che l'Autorità Palestinese non si ritiene impegnata

Leggi tutto l'articolo ›

Partiti arabi israeliani e difesa dello stato ebraico democratico

Il veto ai partiti arabi non c’entra con il razzismo. Ricorda piuttosto la “conventio ad excludendum” dei partiti anti-sistema nella “prima repubblica” in Italia. Ma i sostenitori di Netanyahu devono riflettere attentamente

Di Jonathan S. Tobin

Aggiudicarsi il maggior numero di voti nelle ultime elezioni israeliane è stato un trionfo per il primo ministro Benjamin Netanyahu e il suo partito Likud. Ma non è stato sufficiente per porre fine al lungo periodo di stallo

Leggi tutto l'articolo ›

Se i due Benjamin pensano già a un governo di unità nazionale

Sia Netanyahu che Gantz hanno omesso punti cruciali, nei loro discorsi la notte delle elezioni. Sommandoli emerge il quadro di una possibile cooperazione

Di Anshel Pfeffer

I due Benjamin sono esausti. Il veterano Bibi Netanyahu, un attivista nato, regge meglio dell'esordiente Benny Gantz il quale, nonostante il curriculum militare, deve ancora abituarsi a questo genere di scontri. Entrambi sono provati da un’interminabile campagna elettorale durata più di un anno.

Leggi tutto l'articolo ›

Quale che sia l’esito del voto, il 17 marzo inizia un processo

In attesa dei risultati definitivi delle elezioni del 2 marzo, non si deve dimenticare che è già in moto un meccanismo giudiziario indipendente dalle urne

Di Yonah Jeremy Bob

Le sorti politiche dello stato d’Israele si sono giocate nelle elezioni di ieri. Con i sondaggi che fino a pochi giorni fa prevedevano ancora una volta un testa a testa fra Gantz e Netanyahu, al momento in cui scriviamo l’incertezza è massima

Leggi tutto l'articolo ›

Elezioni per la 23esima Knesset: la posta in palio non è vincere, ma rimanere in gioco

Likud e Blu-Bianco si sono dimostrati incredibilmente resistenti in una gara che verosimilmente non si risolverà con un K.O. ma in un’estenuante guerra di logoramento (forse con un quarto round)

Di Haviv Rettig Gur

Trecentoventinove giorni separano il giorno delle elezioni del 9 aprile 2019 – un’epoca innocente, quando gli israeliani non sapevano ancora che le loro leggi avrebbero permesso uno stallo politico lungo un anno – dal giorno delle elezioni di questo lunedì 2 marzo 2020.

Leggi tutto l'articolo ›

Mentre all’Onu Abu Mazen afferma “noi riconosciamo Israele”, il suo vice dice il contrario alla piazza palestinese

Da quando è stato presentato il piano Trump, si è fatta ancora più martellante la campagna dell’Autorità Palestinese per la cancellazione di Israele dalla carta geografica

Di Nan Jacques Zilberdik

In piena coerenza con la tradizionale politica dell'Autorità Palestinese, nello stesso giorno in cui il presidente Abu Mazen sosteneva al Consiglio di Sicurezza che i palestinesi "hanno riconosciuto Israele”, il suo vice proclamava alla piazza palestinese che tutto Israele è “Palestina”.

Leggi tutto l'articolo ›