Sezione: Costume e Società

Reso cieco da un attentato, ha ricostruito la sua vita ed è diventato padre

Quando si svegliò in un ospedale, dodici anni fa, non poteva vedere né sentire e pensava d’essere stato sequestrato dai terroristi

Di Yaron Kelner

Dodici anni fa, Eyal Neufeld si svegliò in un ospedale senza più né vista né udito: era stato gravemente ferito in un attentato terroristico su un autobus nei pressi della città di Safed, nel nord di Israele.

Leggi tutto l'articolo ›

È cresciuta e si è arruolata la bambina sopravvissuta all’attentato del Caffè Apropo

Shani Winter aveva sei mesi quando sua madre restò uccisa facendole scudo col proprio corpo. Oggi la poliziotta che allora la prese fra le braccia è al suo fianco nel giorno del reclutamento

Quando, a fine dicembre, Shani Winter è arrivata al centro di reclutamento dell’esercito israeliano per arruolarsi nel servizio di leva, era accompagnata da famigliari e amici stretti venuti a salutarla. Una persona, però, non poteva esserci: sua madre.

Leggi tutto l'articolo ›

Aiuti israeliani ai cristiani in fuga dall’ISIS

Più del 90% dei cristiani iracheni sono attualmente sfollati a causa di persecuzioni religiose, pulizia etnica e sanguinose violenze

In ottobre l'organizzazione di soccorso israeliana IsraAID ha portato generi di prima necessità indispensabili per superare l'inverno a profughi cristiani e yazidi e ad altre persone sfollate, in fuga dalle persecuzioni dello “Stato Islamico” (ISIS) in Iraq.

Leggi tutto l'articolo ›

Curare l’orsacchiotto per allontanare la paura del dottore

All’ospedale di Beersheva i futuri medici aiutano i piccoli israeliani a prendere familiarità con le pratiche terapeutiche

Piccoli scolari israeliani, vestiti come chirurghi, hanno affiancato serissimi studenti di medicina nel curare orsacchiotti, bambole e altri peluche presso l’ospedale Soroka, nella città meridionale di Beersheba. L’iniziativa fa parte di un progetto, avviato nel 2000, che mira ad alleviare la paura che molti bambini provano quando devono essere visitati da un medico, invitando i […]

Leggi tutto l'articolo ›

Il video da Tel Aviv per la Giornata della Felicità delle Nazioni Unite

L’omaggio girato nella metropoli israeliana alla canzone “Happy” è stato scelto dallo stesso Pharrell Williams come uno dei migliori al mondo

Quando l’agenzia non-profit educativa e d’informazione ISRAEL21c portò una videocamera nelle strade di Tel Aviv per filmare la propria versione di Happy, la canzone di Pharrell Williams vincitrice dell’Academy Award, il suo obiettivo era solo quello di creare un video simpatico e ottimista che offrisse al pubblico all'estero uno sguardo diverso sulla metropoli israeliana.

Leggi tutto l'articolo ›