Sezione: Costume e Società

Collaborazione fra ebrei, arabi e… gufi per un’agricoltura più sostenibile

Un progetto israeliano convince i coltivatori arabi a superare antiche superstizioni

Una superstizione popolare secondo cui i gufi portano disgrazia ha portato per molto tempo gli agricoltori arabi a rifiutarsi di impiantare casette-nido per questi uccelli, sebbene da anni siano largamente usate dagli agricoltori ebrei come forma di controllo biologico contro gli animali nocivi. Ma questo atteggiamento ha cominciato a cambiare di recente grazie agli sforzi […]

Leggi tutto l'articolo ›

Ramot Menashe riconosciuta dall’Unesco come “Riserva di biosfera”

Secondo il KKL, è una delle zone più belle di Israele per la combinazione di crescita naturale, attività agricole e foreste piantate dall’uomo

Gli sforzi per conservare la natura e gli spazi aperti in Israele hanno ottenuto recentemente un nuovo riconoscimento internazionale, quando l’Unesco ha conferito alla zona di Ramot Menashe il titolo di “Riserva di biosfera,” aggiungendola al suo programma “L’uomo e la biosfera”. “Riserva di biosfera” è un’area in cui coesistono conservazione della natura e attività […]

Leggi tutto l'articolo ›

Turisti alla scoperta del deserto del Negev

Siti storici e panorami spettacolari intrecciati fra loro nell’ampia regione del sud di Israele

Il deserto del Negev copre oltre il 55% della terra di Israele, ma ospita solo l’8% della sua popolazione. In questa regione, tra spettacolari panorami desertici e siti di grande interesse storico, si può trovare un numero sempre più ampio di sistemazioni turistiche assolutamente uniche. Lungo l’antica Via delle Spezie, ad esempio, un B&B nel […]

Leggi tutto l'articolo ›

Israele come non l’avresti mai immaginato

Nanotecnologie, high tech, telefonia, scienza, arte, cinema: l’altro volto d’Israele in mostra per dieci giorni a Milano

“Nonostante le sue dimensioni, Israele è uno degli otto paesi al mondo in grado di lanciare da soli i propri satelliti nello spazio”. “Strano a dirsi, ma la più grande struttura ospedaliera israeliana è anche la seconda più grande al mondo”. Queste e molte altre le notizie che si possono scoprire esplorando le installazioni multimediali […]

Leggi tutto l'articolo ›

Il Tempio Italiano a Gerusalemme: garantire il futuro di un punto d’incontro storico tra Italia e Israele

È il centro animatore della presenza ebraica italiana in Israele, eredità simbolica della bimillenaria tradizione dell'ebraismo italiano e punto di passaggio quasi obbligato per ogni ospite di rilievo a Gerusalemme

Il Tempio Italiano a Gerusalemme, con l’annesso Museo dell’arte ebraica italiana, costituisce da quasi sessant’anni il fulcro della presenza degli italiani in Israele. Le attività culturali, religiose e sociali svolte qui, hanno raccolto nel corso degli anni larghi consensi in Italia, in Israele e nel mondo. Il Tempio Italiano è il centro animatore della presenza […]

Leggi tutto l'articolo ›

400 agricoltori palestinesi alla “Coppa del mondo dell’agricoltura” di Tel Aviv

Per la prima volta, quest’anno, espositori e visitatori palestinesi dalla Cisgiordania hanno offerto prodotti e acquisito tecnologie alla grande fiera agricola israeliana Agro Mashov

Di Arieh O’Sullivan

Vendendo olio d’oliva, pomodorini ciliegia, birra e altri prodotti tradizionali, contadini e altri gestori di attività agricole palestinesi hanno partecipato per la prima volta alla mostra internazionale dell’agricoltura Agro Mashov che si è tenuta , a fine febbraio a Tel Aviv. Prendendo posto tra gli appariscenti stand israeliani che proponevano i prodotti più svariati, dai […]

Leggi tutto l'articolo ›

Il kibbutz come patrimonio dell’umanità

L’iscrizione del kibbutz nel patrimonio tutelato dall’Unesco costituirebbe il giusto riconoscimento del ruolo unico che questa originale istituzione israeliana ha ricoperto nella storia del sionismo, dello Stato e del mondo intero

Editoriale di Haaretz

L’iniziativa di promuovere l’iscrizione del kibbutz nel Patrimonio dell’Umanità tutelato dall’Unesco merita appoggio e incoraggiamento. L’anno appena trascorso Israele ha celebrato il cento anni dalla creazione del primo kibbutz: il riconoscimento internazionale darebbe espressione all’unicità dell’impresa kibbutz, la cui influenza si è estesa ben oltre i confini di questo paese. Il movimento kibbutzistico prese avvio […]

Leggi tutto l'articolo ›

Cento copie della Bibbia, in cento lingue diverse, scritte a mano da cittadini di tutto il mondo

Un progetto globale unico, lanciato quattro anni fa dalla Bible Valley Society insieme al ministero degli esteri israeliano

“People of the World Inscribe the Bible” (Gente del mondo scrive a mano la Bibbia) è un progetto unico nel suo genere, avviato dalla Bible Valley Society insieme al ministero degli esteri israeliano. Si tratta di un’iniziativa globale che vede centinaia di migliaia di persone riunirsi in vari paesi per scrivere a mano copie della […]

Leggi tutto l'articolo ›

Là dove ebbe inizio il movimento del kibbutz

Ricostruito presso Degania il capanno che cento anni fa ospitò la prima Comune che diede vita al movimento kibbutzistico

Le ultime tegole del tetto sono state piazzate sull’edificio di legno ricostruito, il cui originale era stata una delle icone del pionierismo ebraico nella Palestina Mandataria. Dopo aver lavorato duro sotto il sole cocente della Valle del Giordano, la squadra della Società per la Conservazione del patrimonio storico israeliano si è seduta all’ombra di una […]

Leggi tutto l'articolo ›

Restituire la vista in Camerun

Un’altra missione di successo di medici israeliani in Africa

Nel mondo occidentale le operazioni di cataratta sono considerate procedure di routine. Solo in Israele, vengono eseguite annualmente circa 40.000 di queste operazioni. Ma a poche ore di volo da qui, migliaia di persone soffrono di cataratta e cecità. Due oftalmologi del Rambam HealthCare Campus (Haifa), Yoav Berger e Sergiu Socea, sono rientrati la scorsa […]

Leggi tutto l'articolo ›