Sezione: Costume e Società

Un israeliano in corsa nel Sahara

Hezi Yitzhak, ricercatore alla Ben-Gurion University, partecipa alla Sahara Race di 250 km insieme a partecipanti da 36 paesi, compresi Libano e Iran

Di Yaron Sason

Negli ultimi mesi il dottor Hezi Yitzhak, di Sde Boker, si è allenato per una corsa unica al mondo, la Sahara Race, in partenza domenica prossima dall’Egitto. Unico rappresentante di Israele, Yitzhak coprirà una distanza di 250 km nel torrido deserto vivendo di halva e di speciali integratori. Quaratntotto anni, padre di tre figli, Yitzhak […]

Leggi tutto l'articolo ›

Torniamo al lavoro

A 83 anni, Stef Wertheimer inaugura nuovi incubatori industriali, rivolti anche ai giovani arabi israeliani

Di Sergio Minerbi

Stef Wertheimer nonostante i suoi 83 anni e l’ingente somma ricevuta (quattro miliardi di dollari) per la vendita a Warren Buffet dell’80% della sua azienda ISCAR, situata in Galilea a Tefen, è rimasto simpatico e attivo. Stef è venuto su dalla gavetta: nato in Germania arrivò con la famiglia nel 1937 in Israele e partecipò […]

Leggi tutto l'articolo ›

Ospedali israeliani: dove umanità e spirito di servizio prevalgono su tutto il resto

“Ho molte critiche da muovere alla politica d’Israele, ma il funzionamento del sistema sanitario israeliano e la sua capacità di separare nettamente la politica dalla medicina si sono guadagnati tutta la mia ammirazione”

di Aziz Abu Sarah

Ci sono molte ragioni per essere pessimisti, e a volte disperarsi, per il conflitto israelo-palestinese. Eppure, anche quando tutto sembra senza speranza, la speranza trova il modo di apparire regalandoci una visione di quello che potrebbe essere al posto di quello che è. Recentemente ho intravisto un barlume di questa speranza in un contesto inverosimile: […]

Leggi tutto l'articolo ›

Dove la convivenza viene costruita concretamente

L’esempio della Jerusalem Foundation, creata nel 1966 dal leggendario sindaco di Gerusalemme Teddy Kollek

di Tobia Zevi

Ho avuto l’occasione di scoprire direttamente le attività della Jerusalem Foundation, scortato da una guida d’eccezione, l’ex ambasciatrice d’Israele in Italia, Tamar Millo. Dopo una visita all’asilo multi-confessionale dell’YMCA, di fronte all’albergo King David, ci siamo spostati a Gerusalemme est, per visitare il campo di basket dove si allenano i bambini palestinesi che partecipano al […]

Leggi tutto l'articolo ›

Ospedale israeliano salva la vita a un ragazzo palestinese

All’ospedale Emek non importa se sei ebreo, cristiano o palestinese

Di Larry Rich

All’ospedale Emek, in Israele, non importa se sei ebreo, cristiano o palestinese. Giovedì 3 giugno, tre giorni dopo il raid per fermare la flottiglia diretta a forzare il blocco anti-Hamas su Gaza, il quindicenne Muhammed Kalalwe stava lavorando nei campi della sua famiglia. Vivono a Jenin, una città palestinese nella Cisgiordania settentrionale, ai confini con […]

Leggi tutto l'articolo ›

La pace con Israele rende bene alla Giordania

Grazie alle Qualified Industrial Zones concordate con Israele e Stati Uniti, aumentano occupazione ed esportazioni: un esempio da proporre al resto del mondo arabo

Il direttore Rami Kurdi ha fatto un rapido discorso celebrativo ai suoi dipendenti quando è suonata la campana della fabbrica, annunciando il completamento della millesima tuta della giornata in tempo record. Per Kurdi e per gli impiegati della Century Standard Textile, una delle molte fabbriche che producono indumenti per marchi come Calvin Klein, Victoria’s Secret, […]

Leggi tutto l'articolo ›

Il ritorno dei figli del kibbutz

È da prima degli anni ’80 che i kibbutz non conoscevano un incremento come quello attuale

La popolazione del movimento kibbutzistico in Israele è cresciuta di circa 5.000 persone negli ultimi 5 anni grazie ai nuovi membri che sono cresciuti in kibbutz, l’hanno abbandonato e ora tornano a casa dopo aver vissuto in città per anni. Secondo Aviv Leshem, portavoce del movimento, molti dei nuovi residenti appartengono a giovani famiglie che […]

Leggi tutto l'articolo ›

Dieci strade concrete per la pace

Ebrei ed arabi in tutto Israele lavorano sodo per gettare ponti di pace basati sugli affari. Ecco una lista delle dieci principali joint venture della coesistenza

Fare la pace in Medio Oriente non sarà mai un compito facile, ma quello di cui molti non si rendono conto è che, anche nel bel mezzo del conflitto, ci sono migliaia e migliaia di israeliani che lavorano con dedizione per la coesistenza e la promessa di una vita migliore. Alcuni dei più efficaci di […]

Leggi tutto l'articolo ›

Kibbutz, cento anni ben portati

Dopo un secolo, l’originale esperimento sociale israeliano ha conosciuto enormi cambiamenti, ma il suo DNA resta lo stesso. E molti dei suoi figli vi fanno ritorno.

di Eli Ashkenazi

Il movimento dei kibbutz, che compie cento anni, sembra aver mantenuto pochissima somiglianza con gli ideali che una volta lo motivavano. Secondo uno studio compiuto dall’Institute for the Research on the Kibbutz and the Cooperative Idea dell’Università di Haif, solo un quarto dei kibbutz funziona ancora come cooperative egualitarie, mentre gli altri hanno cominciato a […]

Leggi tutto l'articolo ›

Quando dai Qassam sbocciano rose

Il fabbro-artista israeliano Yaron Bob ha preso sul serio il famoso slogan “mettete fiori nei vostri cannoni”

di Leora Goldberg

Per la maggior parte di noi, una rosa è un bel fiore che fiorisce in un cespuglio tra le spine. Per il fabbro Yaron Bob, una rosa può fiorire in un missile Qassam. Bob, insegnante di arte trentottenne, ha passato l’ultimo anno a trasformare missili di Hamas caduti in Israele in rose di metallo. Bob […]

Leggi tutto l'articolo ›