Sezione: MITZPÉ: gli articoli del direttore Marco Paganoni

Governo di coalizione Hamas-Fatah

Ben poco di nuovo sotto il sole

M. Paganoni per NES n. 3, anno 19 - marzo 2007

Il governo palestinese di coalizione Hamas-Fatah varato il 17 marzo 2007 ha due scopi. Primo, cercare di ricomporre la grave frattura fra fazioni palestinesi già degenerata in sanguinose violenze. Secondo, cercare di spezzare l’embargo internazionale sugli aiuti all’Autorità Palestinese (quelli diretti, giacché gli aiuti trasferiti ai palestinesi per canali indiretti non sono stati bloccati ed […]

Leggi tutto l'articolo ›

Rampe daccesso, palloncini e altri pretesti

La campagna anti-israeliana ha fatto il miracolo: d'un tratto le fazioni palestinesi hanno ritrovato il nemico comune

M. Paganoni per NES n. 2, anno 19 - febbraio 2007

L’ennesimo pretesto. Appeso, ancora una volta, ad uno slogan formidabile: “difendiamo la moschea di al-Aqsa dall’aggressione degli ebrei”. Un pretesto spudorato, ancora più pallido – se possibile – dei precedenti. Esiste una passerella pedonale in legno che connette l’area del Muro Occidentale alla Porta Mughrabi e dà accesso alla spianata sul Monte del Tempio. Non […]

Leggi tutto l'articolo ›

Crisi di leadership

Calo di consensi sul versante israeliano, involuzione violenta su quello palestinese

M. Paganoni per NES n. 1, anno 19 - gennaio 2007

Non faremo l’errore di lodare i tempi andati, sostenendo che oggi, in Israele, non ci sono più leader della statura di una volta, si chiamassero David Ben Gurion, Golda Meir, Yitzchak Rabin o Ariel Sharon. Leader – va ricordato – che ai loro tempi, quando erano al timone del paese, furono criticati e osteggiati da […]

Leggi tutto l'articolo ›

Le (istruttive) menzogne di Ahmadinejad

La convinzione (errata) che Israele sia uno fenomeno fittizio alimenta da decenni la violenza anti-sionista e anti-israeliana

M. Paganoni per NES n. 12, anno 18 - dicembre 2006

Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad non è matto. Sa bene che la Shoà c’è stata. Se ripete continuamente che bisogna confutarla – fino ad organizzare a Teheran un convegno negazionista con la partecipazione di una sessantina di utili idioti accorsi a reggergli il gioco (compreso uno sparuto gruppetto di rabbini Neturei Karta) – è perché […]

Leggi tutto l'articolo ›

Tornano i kissingeriani?

Imprevisto risvolto mediorientale delle elezioni di medio termine negli Stati Uniti

M. Paganoni per NES n. 11, anno 18 - novembre 2006

“I democratici americani che ora hanno il controllo di Camera e Senato – scrive l’opinionista palestinese Ray Hanania (YnetNews, 14.11.06) – non sono particolarmente vicini alla causa palestinese e di certo non sono disposti a premere su Israele perché faccia concessioni in nome del compromesso”. Anzi, congressisti come Tom Lantos, destinato a diventare presidente della […]

Leggi tutto l'articolo ›

Il nucleare necessario

Chi ha da temere dalla bomba israeliana? Solo chi vorrebbe avere mano libera per una guerra totale contro Israele

M. Paganoni per NES n. 10, anno 18 - ottobre 2006

Il nucleare israeliano, quello ad uso civile, non è un segreto: sono noti i due principali impianti di ricerca (Dimona e Sorek); la Commissione Israeliana per l’Energia Atomica, fondata nel 1952 da David Ben Gurion, è presente con indirizzo e recapiti sul sito del governo israeliano; Israele collabora da sempre con l’Agenzia Internazionale per l’Energia […]

Leggi tutto l'articolo ›

Libano 2006: le prediche inutili

La comunità internazionale avrebbe potuto fare uno sforzo prima della guerra contro Hezbollah, per prevenirla, anziché dopo. Ma, ancora un a volta, Israele è stato lasciato solo.

M. Paganoni per NES n. 9, anno 18 - settembre 2006

La vignetta di Yaakov Kirschen è fulminante e politicamente scorretta. I soliti due israeliani al tavolino di un bar che commentano le notizie. Dice il primo: “Guerra al confine con il Libano”. E l’altro: “Eh, già”. Il primo: “Guerra anche al confine con Gaza”. E l’altro: “Eh, già”. Di nuovo il primo: “E la Cisgiordania?”. […]

Leggi tutto l'articolo ›

Nostalgia dell’occupazione

Perché i palestinesi hanno fatto di tutto per costringere Israele a rientrare a Gaza?

M. Paganoni per Nes n. 7/8, anno 18 - luglio-agosto 2006

“Quando la scorsa estate vennero ritirati dalla striscia di Gaza tutti i civili e militari israeliani – scrive Yoel Marcus (Ha’aretz, 23.06.06) – in quel preciso momento i lanci di missili Qassam sarebbero dovuti cessare, se non altro per incoraggiare Israele a proseguire con i ritiri”. E aggiunge, allibito: “Non c’è alcuna logica politica nei […]

Leggi tutto l'articolo ›

Braccio di ferro fra palestinesi sul “documento dei detenuti”

Un testo di mediazione fra le diverse fazioni, che tuttavia resta molto distante dalle richieste minime della comunità internazionale

M. Paganoni per Nes n. 6, anno 18 - giugno 2006

L’idea del presidente dell’Autorità Palestinese Mahmoud Abbas (Abu Mazen) di indire un referendum sul cosiddetto “documento dei detenuti palestinesi” (che, salvo sorprese, dovrebbe tenersi il 26 luglio) viene universalmente considerata una mossa audace e brillante. E probabilmente è entrambe le cose, perlomeno sul piano dell’aspra lotta di potere in corso fra la presidenza palestinese, che […]

Leggi tutto l'articolo ›

Hamas e il piano saudita

Ha senso strappare a Hamas un'adesione, nel migliore dei casi ambigua, a un piano nato già vecchio?

M. Paganoni per Nes n. 5, anno 18 - maggio 2006

Il governo dell’Autorità Palestinese esiste grazie a un accordo firmato con Israele (1994). Quell’accordo venne firmato grazie al riconoscimento reciproco Israele-Olp (1993) basato sul ripudio della violenza e sulla spartizione della terra. Oggi il governo dell’Autorità Palestinese (controllato da Hamas) si rifiuta di riconoscere Israele, di ripudiare la violenza, di accettare gli accordi già firmati. […]

Leggi tutto l'articolo ›