Sezione: MITZPÉ: gli articoli del direttore Marco Paganoni

La (vera) intervista di Weisglass

Per Weisglass e per Sharon la mancanza di dialogo politico non è un obiettivo, bensì una constatazione: una realtà con cui fare i conti

M. Paganoni per Nes n. 8, anno 16 - ottobre 2004

Di una lunga intervista a Dov Weisglass, consigliere del primo ministro israeliano Ariel Sharon, il quotidiano Ha’aretz ha pubblicato mercoledì 6 ottobre alcune anticipazioni. Non senza qualche malizia. “Il significato del piano di disimpegno – vi si leggeva – è quello di congelare il processo diplomatico: congelandolo, si previene la nascita di uno stato palestinese […]

Leggi tutto l'articolo ›

La logica di Sharon

Sharon sa bene che le tesi centrali della destra e della sinistra sono vere soltanto a metà.

M. Paganoni per Nes n. 7, anno 16 - settembre 2004

Solo per i risarcimenti alle famiglie israeliane che dovranno sgomberare (circa diecimila persone), costerà un miliardo di dollari il piano per il disimpegno dalla striscia di Gaza e da quattro insediamenti isolati nella Cisgiordania settentrionale. Questa la cifra approvata dal gabinetto di sicurezza israeliano il 14 settembre scorso, insieme a una serie di principi per […]

Leggi tutto l'articolo ›

Alla ricerca della pace, unilateralmente

La decisione del governo israeliano marca un cambiamento di paradigma rispetto a Oslo: punta nella medesima direzione, ma lungo un percorso sostanzialmente diverso

M. Paganoni per NES n. 6, anno 16 - giugno 2004

“Entro la fine del 2005 non resterà nessun israeliano a Gaza”. Così parlò il primo ministro israeliano Ariel Sharon, dopo la sudata approvazione da parte del suo governo del piano per il disimpegno unilaterale dalla striscia di Gaza e da parte della Cisgiordania settentrionale. Approvazione che è costata l’allontanamento di due ministri di Unione Nazionale, […]

Leggi tutto l'articolo ›

Un negoziato onesto e coraggioso

Nel 1997 Germania e Repubblica Ceca hanno firmato una dichiarazione di riconciliazione che affronta di petto la questione dei profughi tedeschi dai Sudeti

M. Paganoni per NES n. 5, anno 16 - maggio 2004

Lo scalpore suscitato da un paio di frasi della lettera ufficiale che il presidente degli Stati Uniti George W. Bush ha consegnato al primo ministro israeliano Ariel Sharon lo scorso 14 aprile, costringe a tornare sul merito delle questioni. E a suggerire uno sforzo di “onestà negoziale”. Scrive il presidente Bush che, “nel quadro di […]

Leggi tutto l'articolo ›

La barriera e i suoi effetti collaterali

I terroristi non operano più da Jenin, quindi le Forze di Difesa israeliane hanno ridotto interventi e posti di blocco, quindi i palestinesi possono tornare a circolare e lavorare

M. Paganoni per NES n. 4, anno 16 - aprile 2004

Vale la pena tornare a occuparsi della barriera antiterrorismo in costruzione fra Israele e i palestinesi? Sì, se giungono nuove, interessanti informazioni che aiutano a gettare nuova luce su una questione intorno alla quale sembrava che fosse già stato detto tutto, a favore e contro. Così, mentre il dibattito insegue la cronaca – con il […]

Leggi tutto l'articolo ›

Barriere anti-terrorismo e pretesti anti-israeliani

Affermare che Israele ha diritto a difendersi e poi contestare radicalmente qualunque sua misura difensiva suona francamente ipocrita

M. Paganoni per NES n. 3, anno 16 - marzo 2004

L’8 dicembre 2003, con 90 voti a favore, 8 contrari, 74 astenuti e 17 assenti, la decima Sessione Speciale d’Emergenza dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvava la risoluzione A/ES-10/L.16 con la quale chiedeva il parere consultivo della Corte Internazionale di Giustizia (con sede a L’Aja) sulle “conseguenze legali sollevate della costruzione da parte di Israele […]

Leggi tutto l'articolo ›

Proclami bellicosi e business sottobanco

Errori e privilegi dei notabili palestinesi all'origine della continua dipendenza economica dei territori da Israele

M. Paganoni per NES n. 2, anno 16 - febbraio 2004

La vivacissima opposizione dei palestinesi alla barriera antiterrorismo in costruzione fra Israele e Cisgiordania e alle ipotesi di disimpegno unilaterale nasce piu’ che altro dalla profonda dipendenza che vincola tuttora l’economia dei territori a quella di Israele: una realta’ che l’Autorita’ Palestinese non ha fatto che perpetuare e incrementare con la sue scelte di politica […]

Leggi tutto l'articolo ›

L’eterno colpevole, ovvero: come manipolare le risoluzioni dell’Onu

Un documento internet molto citato da opinionisti e giornalisti denuncia “73 risoluzioni dell’Onu di condanna a Israele”. Ma è un classico caso di calunnia e disinformazione

M. Paganoni per NES, aprile 2004

Si immagini di assistere a una partita a scacchi e di cercare di capire le mosse dei pezzi neri senza poter vedere i pezzi bianchi. O di assistere alla differita di una partita di calcio dalla quale siano stati tagliati i fischi dell’arbitro verso una squadra per dare l’impressione che il gioco dell’altra sia inutilmente […]

Leggi tutto l'articolo ›