Sezione: News

Missili Qassam palestinesi lanciati giovedì sera dalla striscia di Gaza verso Israele: uno è caduto nei pressi del mercato di Sderot.

Il sindacalo dei commessi della Knesset ha minacciato di boicottare la parlamentare arabo-israeliana Hanin Zoabi dopo che questa, mercoledì, ha aggredito una di loro durante un intervento del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu. La Zoabi, che aveva già ricevuto tre richiami dal presidente della Knesset Reuven Rivlin per aver causato incidenti durante la sessione, ha ignorato l’ingiunzione a lasciare l’aula e ha poi aggredito una della commesse incaricate di accompagnarla all’uscita. I commessi parlamentari chiedono le sue scuse, minacciando altrimenti di sospendere qualunque attività a servizio della Zoabi.

Ministero della difesa: Israele congela il passaggio di città al controllo dellAutorità Palestinese finché non avrà valutato se lAutorità Palestinese è in grado di agire contro i gruppi terroristici.

Le esportazioni israeliane sono aumentate del 12,4% nel corso del 2008. L’incremento è valutato in 6, 7 miliardi di euro.

Israele chiede a Putin di bloccare la vendita alla Siria di missili russi.

I paesi dell’Unione Europea hanno raggiunto mercoledì un accordo di principio per istituire un embargo sul petrolio iraniano se Teheran non si impegna a cooperare sul suo controverso programma nucleare. L’accordo sarà finalizzato entro la fine di gennaio, una volta stabiliti i termini e la data di inizio del blocco. “Le conseguenze dell’embargo petrolifero europeo sono di vasta portata, molto più di qualche pubblica minaccia militare – si legge giovedì in un editoriale di Ma’ariv – Per la prima volta negli ultimi anni gli iraniani sentono davvero il fiato sul collo. Evidentemente quando qualcuno dà l’assalto alle loro ambasciate, gli europei sanno come reagire”.

Secondo fonti militari israeliane, sarebbe rimasto paralizzato il terrorista palestinese ricercato numero uno Muhammad Deif, capo dellala militare di Hamas, ferito quattro giorni fa in un attacco delle Forze di Difesa israeliane.

Siria. Più di mille uomini di Hezbollah sono entrati in Siria domenica. Lo ha denunciato in un’intervista tv il portavoce del Libero Esercito Siriano, Louai Meqdad. Secondo Meqdad, l’organizzazione terrorista islamista libanese “ha invaso la Siria e ha lanciato una guerra contro i ribelli”: una mossa che, a suo dire, è stata pienamente coordinata con il regime di Assad.

Comandante Dan Harel: Chi ha gettato acido ha superato ogni limite. Coloro che avevano occupato la sinagoga di saranno arrestati e incriminati.

“Una dichiarazione unilaterale [cioè senza accordo con Israele] di uno stato palestinese danneggerebbe i palestinesi e contribuirebbe alla instabilità nella regione”. Lo ha detto giovedì il presidente d’Israele, Shimon Peres, che ha anche raccontato d’aver avuto recentemente una conversazione “molto difficile” con il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, al quale Peres ha detto che “l’Onu non può fare la politica dello struzzo fingendo di ignorare la realtà e le minacce da parte dell’Iran sulla nostra regione”.