Sezione: News

Comandante Dan Harel: Chi ha gettato acido ha superato ogni limite. Coloro che avevano occupato la sinagoga di saranno arrestati e incriminati.

Le esportazioni israeliane sono aumentate del 12,4% nel corso del 2008. L’incremento è valutato in 6, 7 miliardi di euro.

Secondo un rapporto di parlamentari palestinesi, affaristi palestinesi hanno lucrato fino a 7,8 milioni di $ vendendo agli israeliani, per costruzione della barriera difensiva, partite di cemento egiziano importato a prezzi stracciati ufficialmente per la costruzione di case per i palestinesi. Coinvolto anche Rashid, tesoriere di fiducia di Arafat.

Il sindacalo dei commessi della Knesset ha minacciato di boicottare la parlamentare arabo-israeliana Hanin Zoabi dopo che questa, mercoledì, ha aggredito una di loro durante un intervento del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu. La Zoabi, che aveva già ricevuto tre richiami dal presidente della Knesset Reuven Rivlin per aver causato incidenti durante la sessione, ha ignorato l’ingiunzione a lasciare l’aula e ha poi aggredito una della commesse incaricate di accompagnarla all’uscita. I commessi parlamentari chiedono le sue scuse, minacciando altrimenti di sospendere qualunque attività a servizio della Zoabi.

Missile Qassam palestinese lanciato sabato dalla striscia di Gaza verso Israele.

Il governo israeliano ha approvato domenica (17 voti contro 5) il piano di disimpegno dalla striscia di Gaza e parte della Cisgiordania settentrionale. Il governo rivaluterà le condizioni dello sgombero alla vigilia dellapplicazione di ogni singolo passaggio. Pm Sharon: Un passo difficile, ma vitale per il futuro dello Stato di Israele.

L’Università di Gerusalemme ha lanciato lunedì una versione potenziata del sito web dedicato agli archivi di Albert Einstein (1879-1955), che permette ai visitatori di accedere a oltre 80.000 documenti. Albert Einstein, che fu tra i fondatori della prestigiosa università israeliana, lasciò in eredità all’ateneo tutti i suoi scritti.

Hezbollah (fondamentalisti libanesi filo-Iran sostenuti dalla Siria) finanziano ca. l80% delle attività terroristiche in Cisgiordania. Secondo Haaretz, fra i gruppi favoriti anche una cellula di Fatah di Kalkiliya che ha ricevuto notevoli somme per attentati mai realizzati.

“Una dichiarazione unilaterale [cioè senza accordo con Israele] di uno stato palestinese danneggerebbe i palestinesi e contribuirebbe alla instabilità nella regione”. Lo ha detto giovedì il presidente d’Israele, Shimon Peres, che ha anche raccontato d’aver avuto recentemente una conversazione “molto difficile” con il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, al quale Peres ha detto che “l’Onu non può fare la politica dello struzzo fingendo di ignorare la realtà e le minacce da parte dell’Iran sulla nostra regione”.

Con una decisione senza precedenti, dopo aver ricevuto il consenso dei famigliari il ministro dell’Informazione israeliano, Yuli Edelstein, ha confermato la decisione di diffondere le foto (coi volti schermati) della famiglia Fogel vittima del massacro perpetrato a Itamar, ritenendo che solo vedendone le immagini il mondo possa rendersi realmente conto di “cosa si trova a fronteggiare lo stato di Israele”. Tradizionalmente autorità, mass-media e pubblico israeliano si rifiutano di diffondere immagini raccapriccianti delle vittime del terrorismo, definendole “pornografia del sangue”.