Sezione: News

Furiosi con la Siria perché dà ospitalità ad ex baathisti iracheni e altri elementi ostili che usano il territorio siriano per organizzarsi, addestrarsi e attaccare le forze della coalizione anti-Saddam, gli Usa stanno pensando di passare a misure più punitive noi confronti di Damasco.

Il capo dellOlp Mahmoud Abbas (Abu Mazen) domenica dallOman ha definito disastrose che le dichiarazioni di giovedì a Herzliya del pm israeliano Sharon e ha ribadito che i palestinesi non faranno mai concessioni sul cosiddetto diritto al ritorno (allinterno di Israele dei profughi e loro discendenti anche dopo la nascita di uno stato palestinese).

Leditorialista palestinese Hani al-Masri ha chiesto allAutorità Palestinese di non abbandonare la lotta armata nonostante lappello alla cooperazione lanciato del pm israeliano Sharon giovedì sera da Herzliya.

LAutorità Palestinese non rinuncerà mai al cosiddetto diritto al ritorno (allinterno di Israele dei profughi e loro discendenti anche dopo la nascita di uno stato palestinese). Lo ha ribadito sabato Zakariya al-Agha, capo del Dipartimento profughi dellOlp.

Raffica di missili Qassam palestinesi domenica mattina dalla striscia di Gaza sul Negev israeliano: 3 persone ferite da schegge a Sderot, altre 10 ricoverate per shock. Le forze israeliane rispondono con colpi di avvertimento verso lorigine dellattacco (Beit Hanun e Jabaliya).

Comitato ministeriale israeliano ha deliberato domenica la scarcerazione di 170 detenuti palestinesi (di cui 120 membri di Fatah). Verranno rilasciati la prossima settimana.

435 famiglie di Jenin che avevano perduto la casa nel corso dei combattimenti tra terroristi e soldati israeliani nella primavera del 2002 hanno ricevuto le chiavi delle loro nuove abitazioni costruite dallOnu.

Eli Yishai, presidente del partito ortodosso sefardita Shas, ha annunciato che il suo partito non entrerà nella coalizione di unità nazionale perché contrario al ritiro da Gaza unilaterale. I colloqui comunque continuano: lo Shah potrebbe entrare nel governo se il ritiro fosse concordato con i palestinesi.

Sono quasi 5.000 i colpi di mortaio sparati dai palestinesi sulle abitazioni israeliane a Gush Katif dallinizio della campagna di violenze palestinesi quattro anni fa, causando quattro morti e più di cento feriti.

Mahmoud Abbas (Abu Mazen) ha respinto con fermezza la nuova iniziativa israeliana volta a risolvere il problema dei profughi (e loro discendenti) favorendone la riabilitazione nei paesi dove si trovano: Qualunque proposta di reinsediamento dei profughi è da respingere completamente, ha detto Abu Mazen a giornalisti sauditi.