Sezione: News

La Knesset ha respinto mercoledì sera in prima lettura la legge di bilancio presentata dal governo (69 voti contro, 43 a favore). Il partito laico di centro Shinui ha votato contro a causa delle intense sottoscritte dal pm Sharon con il partito ortodosso Ebraismo Unito della Torah sul finanziamento a istituzioni educative religiose.

Pm Sharon ha destituito i cinque ministri del partito laico di centro Shinui. Mercoledì sera lo Shinui aveva votato contro la legge di bilancio lasciando il governo con il sostegno di soli 40 parlamentari (su 120), metà dei quali contrari al piano di disimpegno da Gaza e nord Cisgiordania.

Ucciso martedì notte da uomini a volto coperto, su auto con targa palestinese, nei pressi della sua abitazione nel campo di Balata, Nasser Al-Badawi, capo dell’unione degli studenti dell’università Al-Quds. Probabile un regolamento di conti fra fazioni rivali palestinesi. Fatah invece accusa Israele.

La Siria smentisce categoricamente la notizia di stampa israeliana secondo cui Assad all’inizio del 2003 era disposto a visitare Gerusalemme e parlare alla Knesset per rilanciare i negoziati.

Capo Hamas Ismail Hanieh esorta sostenitori e simpatizzanti di Hamas a boicottare le elezioni presidenziali palestinesi del prossimo 9 gennaio.

Il capo della Broadcasting Authority palestinese smentisce d’aver ricevuto ordine di cessare l’istigazione all’odio contro Israele.

Raggiunto fra Israele ed Egitto un accordo per l’incremento delle truppe egiziane al confine con la striscia di Gaza.

Sventato lancio di missili Qassam su Israele dall’intervento di un elicottero israeliano che ha aperto il fuoco su un commando di terroristi mercoledì a Beit Hanun (striscia di Gaza) facendo esplodere il lancia-missili.

Sarà presentato nelle prossime settimane il nuovo tracciato della barriera anti-terrorismo, riveduto alla luce della sentenza della Corte Suprema israeliana che chiede maggiori tutele per la popolazione palestinese residente nelle sue adiacenze.

14 stati arabi hanno concordato martedì di creare unapposita Task Force finanziaria per combattere lafflusso di denaro a gruppi terroristici, sulla falsariga dellanaloga Task Force che ha sede a Parigi. Vi fanno parte: Bahrain, Arabia Saudita, Siria, Libano, Qatar, Kuwait, Tunisia, Giordania, Algeria, Marocco, Egitto, Oman, Emirati Arabi Uniti e Yemen.