Sezione: News

La Casa Bianca invita Egitto, Giordania, Autorità Palestinese e il Quartetto (Usa, Ue, Onu, Russia) ad avviare consultazioni con Israele per favorire il piano di ritiro da striscia di Gaza e parte nord della Cisgiordania.

Dopo il voto del governo favorevole al ritiro da Gaza, il partito laburista israeliano ritira le proprie mozioni di sfiducia e annuncia l’astensione sulle altre.

Parlamentare laburista Haim Ramon: “Il calendario del ritiro non sarebbe stato diverso se avessimo partecipato alla stesura del piano. Se Sharon verrà messo in minoranza dall’uscita del Partito Nazionale Religioso, il partito laburista potrebbe entrare in un governo di unità nazionale”.

In seguito al licenziamento venerdì dei ministri Lieberman ed Elon (Unione Nazionale), il pm Sharon dovrebbe riuscire ad ottenere domenica l’approvazione del governo al piano di disimpegno anche nel caso i ministri Netanyahu, Shalom e Livnat non lo appoggiassero.

L’alta corte di giustizia ha chiesto al pm Sharon di posticipare di 2 giorni il voto sul piano di ritiro dalla striscia di Gaza, per aver tempo di discutere il licenziamento dei 2 ministri di Unione Nazionale, Lieberman e Elon.

La corte distrettuale di Tel Aviv emetterà domenica la sentenza contro il terrorista palestinese leader di Fatah Marwan Barghouti, giudicato colpevole dell’uccisione di cinque civili durante l’intifada.

Ministro della difesa tedesco Peter Struck per la prima volta in visita in Israele, ospite del suo omologo Shaul Mofaz.

Forze di sicurezza israeliane, in azione nel villaggio di Silwad, nei pressi di Ramallah, hanno arrestato 8 membri di una cellula della milizia Tanzim (Fatah) che progettavano attentato suicida a Gerusalemme.

Arrestati dalle Forze di Difesa israeliane 2 terroristi sospetti nei pressi di Nablus e Ramallah.

Segretario di stato Usa Powell: Francamente Arafat è un problema. Non ha colto le occasioni che gli sono state offerte. Non è stato un interlocutore per la pace. Abbiamo bisogno di una dirigenza palestinese riformata, ma tocca ai palestinesi decidere il ruolo di Arafat. Ecco perché vogliamo vedere un primo ministro palestinese con veri poteri.