Sezione: News

Quattro terroristi uccisi lunedì mattina da elicotteri israeliani mentre piazzavano ordigni, altri due feriti (tra i quali un capo Hamas) mentre si riparavano dietro la moschea di Sejayia (striscia di Gaza).

Missili palestinesi Qassam sulla città israeliana di Sderot lunedì mattina: un ferito.

Tiri di mortaio da Khan Younis su abitazioni israeliane a Gush Katif.

Quinta giornata dell’operazione anti-terrorismo “Giorni di Pentimento” nella parte nord della striscia di Gaza. Circa 60 i palestinesi morti negli scontri, di cui almeno 50 terroristi armati. Numerosi feriti, da entrambe le parti.

Pm Sharon ha dichiarato domenica mattina alla radio che loperazione giorni di pentimento durerà quanto necessario, ma ha escluso il richiamo di riservisti nel futuro prevedibile. Rinviate le sue visite in Germania ed Olanda in programma per ottobre.

Individuata ed eliminata da elicottero israeliano domenica mattina una squadra di 3 terroristi intenti a lanciare missili Qassam dal campo di Jabalya (striscia di Gaza settentrionale).

Sventato sabato allalba un attacco terrorista contro kibbutz Nahal Oz: intercettati e uccisi 4 terroristi pesantemente armati a soli 400 m dalle case del kibbutz.

Soldati israeliani, intervenuti in forze nella parte nord della striscia di Gaza, hanno individuato e colpito non meno di 5 squadre di lanciatori di missili Qassam e una decina di commando di palestinesi armati che tentavano di bloccare le operazioni anti-terrorismo con luso di mitra e lanciarazzi anticarro. Una trentina i palestinesi armati uccisi nei violenti scontri con i soldati. Sei soldati israeliani feriti.

Israele ha dato ordine alle forze armate di ritagliare una zona cuscinetto provvisoria nella striscia di Gaza settentrionale per fermare i continui lanci di missili Qassam su Sderot e le imboscate.

Per la prima volta in 4 anni di scontri, soldati israeliani sono entrati anche nel campo palestinese di Jabalya (striscia di Gaza) alla caccia di terroristi. Ne sono seguiti violentissimi scontri.