Sezione: News

Allindomani della doppia strage a Beer Sheva, il capo di stato maggiore israeliano Moshe Ya’alon avverte che Israele si occuperà di coloro che sostengono il terrorismo, e indica Autorità Palestinese, Siria e Hezbollah libanesi. Chiunque sia responsabile del terrorismo contro di noi non dormirà sonni tranquilli.

Allindomani della doppia strage a Beer Sheva Israele intende accelerare la costruzione della barriera difensiva, a partire dal settore Gush Etzion-Lehavim, a nord di Beer Sheva. Secondo la valutazione del capo operativo della polizia Berty Ohayun, la presenza della barriera tra la città israeliana e la zona di Hebron avrebbe impedito il duplice attentato di martedì.

Con un annuncio sui giornali, la famiglia di Nabil Shaath promette vendetta se verranno attuate le minacce contro il ministro degli esteri palestinese. Martedì terroristi del Comitato di Resistenza Popolare avevano minacciano di morte Shaath, accusandolo di tradimento per aver incontrato il ministro degli esteri israeliano Silvan Shalom a Rimini.

La UEFA ha respinto la richiesta del Maccabi Tel Aviv di spostare lincontro di Champions League con il Bayern Monaco che dovrebbe tenersi nella solenne festività di Rosh Hashana (Capodanno ebraico).

Ministro di pubblica sicurezza Hanegbi: Dove cè la barriera difensiva non ci sono attentati; dove la barriera non cè , arrivano gli attentati

Ministro esteri Silvan Shalom: Dobbiamo continuare a costruire la barriera di separazione per ridurre a zero gli attentati

Pm tedesco Fischer: L’Europa svolgerà un ruolo nel Medio Oriente. Secondo il pm, il piano di pace Road Map è l’unica possibilità per ottenere la pace nella regione.

Attentato sventato martedì mattina al valico di Erez (tra striscia di Gaza e Israele): arrestato palestinese con cintura esplosiva nascosta sotto la biancheria. Un ufficiale israeliano: I terroristi approfittano del fatto che, per rispetto, non chiediamo ai pendolari palestinesi di spogliarsi.

Stabiliti martedì dal pm Ariel Sharon nuovi tempi per il rimborso dei coloni che abbandonino volontariamente la striscia di Gaza.

Mahmud Khalifi, un capo delle Brigate Al Aqsa a Jenin, è sfuggito lunedì allattacco di un elicottero israeliano.