Sezione: News

Pm Sharon: Non cè in programma nessun referendum sul piano di disimpegno. Ministro difesa Mofaz: Delibere del governo e del parlamento sono sufficienti per autorizzare il disimpegno.

Incriminati davanti a tribunale di Beer Sheva i membri di una cellula terroristica di arabi beduini israeliani sventata 2 mesi fa a sud di Tel Sheva: progettavano il sequestro di soldati in cambio della promessa di 100.000 $ da parte di Hamas.

Interrotte con la forza le attività allUniversità Arabo-Americana di Jenin da membri delle Brigate Al Aqsa in conflitto con i servizi di intelligence dellAutorità Palestinese per il controllo politico del campus.

Delegati europei allOnu si oppongono alla richiesta dellOlp di riaprire la discussione sulla barriera anti-terrorismo israeliana.

Nell11esimo anniversario del 13 settembre 1993, Hamas ha chiesto allOlp di cancellare gli Accordi di Oslo perché hanno diviso il popolo palestinese, e promette di continuare la lotta fino alla fine delloccupazione della Palestina.

Sequestrato e ucciso senza processo a Ramallah Rami Yaghmour, un palestinese di Al-Bireh arrestato con laccusa di aver collaborato con i servizi di sicurezza israeliani nella lotta contro il terrorismo. E il sesto palestinese ucciso in un anno e mezzo a Ramallah per presunto collaborazionismo.

Espulso dallIraqi National Congress uno dei suoi più importanti esponenti, Mithal al-Alusi, per aver parlato a una conferenza in Israele.

Dopo incontro martedì con il ministro degli interni israeliano Avraham Poraz, il Vaticano dichiara che Israele si è impegnato a risolvere rapidamente il problema dei ritardi nel rilascio dei visti a sacerdoti cattolici. Si tratterebbe di religiosi per lo più arabi, la cui posizione richiede controlli più lunghi per ragioni di sicurezza.

Arrestato domenica a Gush Katif Ahmed Atia Abu Shabak, un cittadino di Abu Dabi entrato come turista nella striscia di Gaza nel 1992 e passato nelle brigate Al Aqsa, ricercato per terrorismo.

La polizia di Gerusalemme prende molto sul serio le minacce di morte telefoniche giunte negli ultimi giorni contro il pm Sharon e componenti della Commissione per il disimpegno guidata da Yonantan Bassi.