Sezione: News

Unità navale israeliana colpita venerdì a 16 km dalla costa libanese da un missile C802 di produzione iraniana. (Un secondo missili ha mancato il bersaglio e ha colpito una nave egiziana a 60 km dalla costa.) Un marinaio israeliano morto (Tal Amgar, 21 anni, di Ashdod), tre dispersi (Yaniv Herschkowitz, 21 anni, di Haifa; Shai Atias, 19 anni, di Rishon Letzion; Dov Sternshus, 37 anni, di Carmiel). La nave danneggiata è rientrata in Israele.

L’Iran ha iniziato a trasferire tutti gli impianti di arricchimento dell’uranio in bunker sotterranei, per paura di attacchi aerei. Lo afferma il quotidiano britannico Daily Telegraph che cita fonti dei servizi segreti occidentali. I bunker sarebbero situati sul fianco di una montagna vicino alla città di Qom, a sud-ovest di Teheran.

Segretario generale Onu Annan martedì sera ha rinnovato le pressioni su a Israele perché non cosstruisca la barriera anti-terrorismo.

Siria. Più di mille uomini di Hezbollah sono entrati in Siria domenica. Lo ha denunciato in un’intervista tv il portavoce del Libero Esercito Siriano, Louai Meqdad. Secondo Meqdad, l’organizzazione terrorista islamista libanese “ha invaso la Siria e ha lanciato una guerra contro i ribelli”: una mossa che, a suo dire, è stata pienamente coordinata con il regime di Assad.

Ordigno palestinese è esploso martedì mattina presso jeep militare israeliana presso Nablus (Cisgiordania), leggermente ferito un soldato, incendiato il veicolo.

Israele lascerà transitare il doppio di camion di aiuti umanitari a Gaza. Lo ha detto martedì il ministro degli affari sociali Yitzhak Herzog durante l’incontro con il ministro degli esteri italiano Franco Frattini.

Forze aeree israeliane hanno colpito sabato un edificio del ministero delle finanze palestinese a Gaza. No vittime.

Missili Qassam palestinesi lanciati giovedì sera dalla striscia di Gaza verso Israele: uno è caduto nei pressi del mercato di Sderot.

Il governo israeliano ha approvato giovedì la richiesta del ministro per commercio, industria e occupazione, Shalom Simhon, di rilasciare altri 1.250 permessi di lavoro nel settore agricolo per palestinesi di Cisgiordania, nel quadro della politica volta a rafforzare l’economia dell’Autorità Palestinese. Il ministro Simhon incontrerà a questo scopo il suo omologo palestinese.

Ministero della difesa: Israele congela il passaggio di città al controllo dellAutorità Palestinese finché non avrà valutato se lAutorità Palestinese è in grado di agire contro i gruppi terroristici.