Sezione: News

Due terroristi di Hamas ricercati sono stati uccisi martedì da soldati israeliani, un terzo ferito nel campo palestinese di Tulkarem. I tre erano armati di mitra -16 e Kalachnikov

Due, forse tre palestinesi sarebbero morti lunedì sera presso il campo di Mughazi (striscia di Gaza) nellesplosione accidentale dellordigno che stavano preparando.

Elhanan Tennenbaum non avrebbe rivelato gravi segreti ai suoi sequestratori Hezbollah, né avrebbe causato seri danni alla sicurezza dIsraele. Lo ha detto lunedì il capo di stato maggiore israeliano Moshe Ya’alon.

Un gruppo di nuovi immigrati dallex Urss è sbarcato a Haifa alla vigilia della Giornata dellIndipendenza dIsraele.

Secondo fonti palestinesi, Mahmoud A-Zahar avrebbe sostituito Rantisi alla guida di Hamas. Numero due Ismail Haniyeh, numero tre Said A-Siam. Khaled Meshal resta leader di Hamas in Siria.

Lunedì Giornata dei caduti in Israele: 21.781 sono le persone cadute combattendo dal 1860 ad oggi nella difesa delle comunità ebraiche in Terra d’Israele. Di queste, 20.196 sono cadute dal novembre 1947 (risoluzione Onu per la nascita di Israele). Dall’anno scorso alla lista dei caduti sono stati aggiunti 184 nomi.

Elias Khoury, padre del giovane arabo assassinato “per errore” da Fatah, ha fatto appello all’Autorita’ Palestinese e ai leader religiosi islamici affinche’ pongano fine alla campagna di istigazione all’odio e si adoperino per ristabilire legge e ordine nella societa’ palestinese.

La minaccia di Sharon, che ha detto di non considerarsi piu’ vincolato dalla promessa di non toccare Arafat, non e’ destinata a tradursi in pratica nel prossimo futuro. Il vice primo ministro Ehud Olmert: “Sharon ha preso una posizione di principio”.

Secondo il capo della Polizia di Frontiera israeliana David Zur, Israele e’ riuscito a infiltrarsi all’interno della leadership di Hamas.

L’alto inviato Onu in Medio Oriente Terje Roed-Larsen: “Se attuato nel modo giusto come primo passo verso la realizzazione completa della Road Moap, il piano di Sharon puo’ aprire la strada a una nuova fase della costruzione della pace in Medio Oriente”.