Sezione: Scienza e Tecnologia

In Israele la miglior istituzione di lavoro accademico del mondo non-USA

L’Istituto Weizmann di nuovo al primo posto nella classifica annuale del Scientist

Il bel campus ombroso di 150.000 metri quadri dell’Istituto di Scienze Weizmann, a Rehovot (Israele), è stato nuovamente nominato “miglior posto di lavoro accademico del mondo” al di fuori degli Stati Uniti dall’inchiesta condotta ogni anno dalla rivista “The Scientist”. L’Istituto compare costantemente tra le prime cinque istituzioni internazionali (non-Usa), e già varie volte è […]

Leggi tutto l'articolo ›

BrainForum 2011

A Milano il 4 e 5 aprile, su iniziativa dell’Università di Gerusalemme, con un nutrita partecipazione di importanti ricercatori da Israele

La possibilità di colorare i singoli neuroni è la base di tutta la moderna ricerca nel campo delle neuro-scienze. A scoprire la prima tecnica di colorazione dei neuroni è stato un italiano, Camillo Golgi, che fu anche uno dei primi assessori alla salute a Pavia nell’Italia appena unificata. A lui, nel centocinquantenario dell’Unità d’Italia, è […]

Leggi tutto l'articolo ›

Ecco l’unico registro al mondo di donatori di midollo arabi: sta in Israele

Dei 400 milioni di persone di etnia araba, solo 1,2 milioni vivono in Israele: eppure l’unico registro di donatori arabi di midollo osseo si trova al Centro Hadassah, dell’Università di Gerusalemme

Dal 2008, la dottoressa Amal Bishara ha viaggiato in sessanta villaggi arabi alla ricerca di campioni di tamponi salivari per creare l’unico registro arabo del midollo osseo esiste al mondo, ospitato dal Centro Medico Hadassah dell’Università di Gerusalemme. Ha così raccolto novemila campioni che si sono tradotti in sei donazioni salvavita. Forse non sembra molto, […]

Leggi tutto l'articolo ›

Il ritorno in Israele si specie estinte

I dati della Israel Nature and Parks Authority indicano che sta avendo successo lo sforzo di reintrodurre in natura specie animali scomparse da tempo dalla Terra d’Israele

Qualche decennio fa, la comparsa di animali come l’orice selvatico, il daino e il capriolo, sul suolo israeliano, dopo che erano stati dichiarati estinti in questa regione, sarebbe sembrata la fantasia di qualche naturalista romantico. Eppure i dati diffusi di recente dalla Israel Nature and Parks Authority indicano che questa “fantasia” si è trasformata in […]

Leggi tutto l'articolo ›

Porre fine al monopolio del petrolio: il ruolo di Israele

La tecnologia israeliana sta rivoluzionando l'uso del trasporto elettrico e dei biocarburanti

Di Emmanuel Navon

L’emergere della Cina come importante importatore di petrolio sta causando tensioni geopolitiche con gli Stati Uniti sul problema di assicurarsi le riserve di petrolio. Anche le risorse petrolifere della Russia – che spiegano significativamente la politica estera sempre più aggressiva di quel paese – costituiscono una preoccupazione per gli Stati Uniti, così come l’attesa diminuzione […]

Leggi tutto l'articolo ›

Si tiene in Israele la terza conferenza internazionale sulla desertificazione

“Abbiamo l’obbligo morale di offrire agli altri le nostre esperienze e capacità” dice il professor Alon Tal, fondatore dell’Arava Institute for Environmental Studies

Da un articolo di Avigayil Kadesh

In un paese in cui il 97% della terra è arido, il problema della desertificazione è pesante. Negli ultimi decenni, Israele non solo ha fatto ‘fiorire il deserto’, come si dice, ma ha anche investito importanti risorse per imparare come impedire alle terre aride di impadronirsi del suolo fertile. Molti altri paesi sono stati lenti […]

Leggi tutto l'articolo ›

Il Nobel per la medicina che mutò da oppositore ad ammiratore di Israele

Da giovane soldato britannico in Palestina nel 1947, il futuro inventore della fecondazione in vitro si infuriò per l’Affaire dei Sergenti. Un visita 42 anni dopo gli ha fatto cambiare idea

Da un articolo di Judy Siegel-Itzkovich

L’antipatia che il neo premio Nobel per la medicina Robert Edwards provava per gli ebrei di Palestina si è trasformata in una grande ammirazione per lo stato ebraico nel 1989, grazie a un giro in macchina di due ore con Kitty Schenker, moglie dell’ostetrico e ginecologo Joseph Schenker, del Centro Medico Hadassah dell’Università di Gerusalemme […]

Leggi tutto l'articolo ›

Il pomodoro di Pachino? È israeliano

Il successo dei pomodorini si deve ad una varietà di semi introdotti in Sicilia dalla Hazera Genetics, che ha introdotto nell'ortaggio due geni che li conservano a lungo

Di Dario Bressanini

Qualche giorno fa il ministro Galan, parlando dell’importanza della ricerca in campo agricolo, ha affermato che il pomodoro di Pachino è stato creato in Israele e poi trapiantato in Sicilia. In molti si sono stupiti: «E’ mai possibile che un prodotto tipico italiano abbia una origine straniera?». Certamente. Il ministro Galan non ha sbagliato. […] […]

Leggi tutto l'articolo ›

A un professore di Gerusalemme il “Nobel” della matematica

Assegnata a Elon Lindenstrauss, dell’Einstein Institute of Mathematics dell’Università di Gerusalemme, la prestigiosa Fields Medal per il 2010

Elon Lindenstrauss, dell’Einstein Institute of Mathematics dell’Università di Gerusalemme, ha ricevuto lo scorso 19 agosto il premio Fields Medal per il 2010. La Fields Medal, assegnata ogni quattro anni, è internazionalmente considerata come il “Premio Nobel” della matematica. Lindenstrauss è il primo israeliano che riceve la medaglia. La Fields Medal viene assegnata a studiosi sotto […]

Leggi tutto l'articolo ›

Produrre elettricità dal manto stradale

Tecnologia israeliana sulla Venezia-Trieste

L’israeliana Innowattech sta sviluppando una tecnologia per generare elettricità dal traffico stradale. Il sistema sfrutta lo “stress” da traffico pesante e si basa sull’impiego di generatori piezoelettrici di nuova generazione in grado di catturare, accumulare e riutilizzare l’energia derivante da peso, movimento, vibrazione o cambiamenti di temperatura. Nel suo primo progetto commerciale la azienda fornirà […]

Leggi tutto l'articolo ›