Sezione: Attualità

Bambini palestinesi uccisi a Jabaliya da un razzo vagante della Jihad Islamica

Dopo anni di abbagli, per una volta una parte dei maggiori organi d’informazione internazionali ha dato notizia della ben documentata smentita israeliana

Non appena fonti palestinesi hanno diffuso, sabato, le immagini di sette morti civili, fra cui quattro bambini, in un’esplosione a Jabaliya (Gaza nord) automaticamente attribuita a Israele, le autorità militari e civili israeliane si sono immediatamente adoperate per indagare l’incidente, capire cosa era successo davvero e diffondere al più presto i risultati dell’indagine

Leggi tutto l'articolo ›

Un’operazione contro la Jihad Islamica

Il gruppo terrorista di Gaza sponsorizzato dall’Iran, votato alla distruzione dello stato ebraico e dei suoi abitanti

Questa volta Israele non ha aspettato che fossero i terroristi a decidere quando lanciare l’annunciato attacco contro i civili israeliani, né ha accettato che la popolazione del sud del paese venisse tenuta in ostaggio e in lockdown per più di quattro giorni dalla continua minaccia dell’imminente attacco della Jihad Islamica Palestinese.

Leggi tutto l'articolo ›

Se in occidente si ascoltassero di più le vere voci dell’islam

“Giornalisti e politici europei assecondano l’estremismo terrorista pur di non passare per anti-islam” – “In Israele ho visto che nulla di ciò che avevo sentito in Europa sul conflitto israelo-palestinese corrispondeva alla realtà”

In una trasmissione del 3 giugno 2022 sulla tv egiziana Al-Kahera Wal-Nas, il conduttore televisivo egiziano Ibrahim Eissa si è scagliato contro i "giornalisti e politici europei" convinti che la Fratellanza Musulmana rappresenti la vera religione islamica e che di conseguenza, pur di non passare per anti-islamici, ne assecondano e subiscono l’estremismo anti-occidentale

Leggi tutto l'articolo ›

Anche quest’anno, ragazzini palestinesi addestrati all’uso delle armi nei campi estivi

Hamas: “Per allevare una generazione votata alla riconquista di tutta la terra contaminata dall’occupazione ebraica”

Come negli anni scorsi, anche quest’anno l'organizzazione terroristica Hamas che controlla la striscia di Gaza sta organizzando campi estivi per bambini e ragazzi palestinesi dove si promuovono la jihad e la lotta armata contro Israele, compreso l'addestramento pratico all’uso di varie armi da fuoco e altre abilità militari.

Leggi tutto l'articolo ›

Vent’anni fa perpetrarono una strage all’Università di Gerusalemme

Da allora l’Autorità Palestinese li ha ricompensati con più di 2,5 milioni di dollari, e oggi aumenta il loro vitalizio-premio

Di Maurice Hirsch

Vent’anni fa, il 31 luglio 2002, nel pieno dell’intifada delle stragi suicide, i terroristi palestinesi fecero esplodere una bomba nella caffetteria “Frank Sinatra” dell'Università di Gerusalemme uccidendo 9 persone, tra cui cinque cittadini americani, e ferendone oltre 80 (tra cui una studentessa italiana ndr).

Leggi tutto l'articolo ›

Intanto, sui media palestinesi: omissioni demonizzanti, calunnie antisemite e indottrinamento dei bambini all’irredentismo bellicista

“I criminali ebrei complottano per ricostruire il loro falso Tempio”. “Imprimere nelle future generazioni che la Palestina dal fiume al mare appartiene solo ai palestinesi”. "Israele è un supermercato di organi palestinesi per ogni sionista che ne ha bisogno”

Come vengono informati i palestinesi dalla stampa dell’Autorità Palestinese? Ecco qualche esempio recente:

Leggi tutto l'articolo ›

Dall’istigazione all’attentato terroristico

La tv dell’Autorità Palestinese proclama la Tomba di Giuseppe intoccabile waqf islamico e dopo quattro giorni Fatah e Jihad Islamica aprono il fuoco sui fedeli ebrei in preghiera

Di Maurice Hirsch

Come Palestinian Media Watch ha spesso documentato, l'Autorità Palestinese fomenta continuamente violenza e terrorismo. Di regola, è difficile collegare uno specifico attentato a un preciso evento o discorso o pubblicazione, ma solo all'atmosfera di generale istigazione.

Leggi tutto l'articolo ›

“Noi musulmani intrappolati nel ruolo di eterne vittime”

“Se, come musulmano, ho visitato senza problemi il Muro Occidentale e tutte le chiese in Israele e in Occidente, perché un ebreo alla Mecca è una insopportabile profanazione?”

Di Abed L. Azab

Il 18 luglio la tv Canale 13 ha mandato in onda un servizio girato dal reporter israeliano Gil Tamari che è riuscito a entrare e filmare la Mecca nonostante la legge saudita prescriva il divieto assoluto per tutti i non-musulmani di accedere alla città e ai suoi luoghi santi.

Leggi tutto l'articolo ›